Conad inaugura la stagione con un 3 a 1 contro Cantù

Sandlovers_LEADERBOARD
Photo credit: Patrizia Tettamanti

Di Redazione

Il palaParini di Cantù è in fibrillazione per la prima di campionato in serie A2 Credem banca.

Fischio d’inizio alle 18: Conad s’impone al primo set sulla padrona di casa (16 a 25) mentre al secondo è la Pool Libertas ad avere la meglio (25 a 19). Dopo un riequilibrio di forze spetta a Reggio portare a casa il terzo (17 a 25). La rosa di coach Bosco rientra al quarto con una grinta notevole (22 a 25), chiudendo il match 3 a 1.

LA PARTITA

Coach Bosco schiera Zingel e Pinelli sulla diagonale, Mattei e Miselli al centro e capitan Ippolito con vice Dolfo schiacciatori; Cantù parte invece senza Poey. Conad inizia in vantaggio (3 a 7) e le distanze si mantengono nello svolgersi del primo set (10 a 15). Dopo l’ace di Pinelli, sul 12 a 19 per Reggio, Suraci cede il passo a Poey. Conad prende il largo (13 a 21) e il set point arriva col muro su Poey di Mattei, il quale chiude poi in attacco il primo set.

Stessi schieramenti al secondo sia per Reggio che per Cantù. Il ‘risveglio’ di Cantù ha come protagonista il cubano Poey (7 a 5). Per Reggio entra poco dopo in scena Bellini al posto di Dolfo ma la Libertas continua la sua ascesa (16 a 10). Nonostante Reggio cerchi d’imporsi, la padrona di casa lascia Conad ai 15 e si avvicina sempre più alla chiusura (21 a 15). Poey sbaglia al servizio sul set point, ma è il muro sull’attacco al terzo tocco di Pinelli a confermare la vittoria di Cantù.

Le forze paiono equilibrarsi al terzo set (7 a 7) fino alla presa di posizione reggiana, con rientro di Dolfo. Sul 15 a 10 per la Conad, Cominetti richiama i suoi al time out. Complice anche una piccola défaillance da parte di Poey, Reggio torna a dettare legge (16 a 21) e la squadra del Parini perde sicurezza. Mattei, in completa sincronia col Regista Pinelli, non solo porta a casa il 24esimo ma chiude il set a muro su Poey.

Il quarto set parte con la stessa determinazione del precedente (7 a 7) per poi proseguire punto a punto. Reggio e Cantù lottano con la medesima grinta offrendo al Parini un grande spettacolo. Sul 12 a 15 c’è un primo distacco della Conad e nella formazione canturina entra Maiocchi su Motzo. Siamo 17 a 22 per Reggio quando il videocheck conferma out il servizio dell’opposto cubano; è poi il capitano in attacco da zona due a chiudere il match.

TABELLINO

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

CONAD REGGIO EMILIA 3

(16-25, 25-19, 17-25, 22-25)

Cantù: Baratti 1, Poey 14, Suraci 2, Gasparini, Cominetti 10, Regattieri, Motzo 15, Maiocchi 1, Monguzzi 5, Mazza, Arasomwan, Frattini 8, Butti (L), Rudi (L).

Allenatore: Cominetti.

Reggio Emilia: Pinelli 3, Catellani, Magnani, Zingel 18, Mattei 16, Miselli 8, Ippolito 12, Dolfo 6, Scarpi, Morgese (L), Cagni (L).

Allenatore: Bosco.

Note: durata set 0.22, 0.27, 0.26, 0.28 totale 1.43 Cantù ace 2, muri 7, errori in battuta 18, errori avversari 24. Reggio Emilia ace 3, muri 12, errori in battuta 18, errori avversari 31.

Abritri: Piubelli, Palumbo.

TABELLINO

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

CONAD REGGIO EMILIA 3

(16-25, 25-19, 17-25, 22-25)

Cantù: Baratti 1, Poey 14, Suraci 2, Gasparini, Cominetti 10, Regattieri, Motzo 15, Maiocchi 1, Monguzzi 5, Mazza, Arasomwan, Frattini 8, Butti (L), Rudi (L).

Allenatore: Cominetti.

Reggio Emilia: Pinelli 3, Catellani, Magnani, Zingel 18, Mattei 16, Miselli 8, Ippolito 12, Dolfo 6, Scarpi, Morgese (L), Cagni (L).

Allenatore: Bosco.

Note: durata set 0.22, 0.27, 0.26, 0.28 totale 1.43 Cantù ace 2, muri 7, errori in battuta 18, errori avversari 24. Reggio Emilia ace 3, muri 12, errori in battuta 18, errori avversari 31.

Abritri: Piubelli, Palumbo.

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD