Saugella Monza-Zanetti Bergamo 3-1 (LIVE)

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Eugenio Peralta

Seconda giornata di Serie A1 femminile: la Saugella Monza, eccezionalmente impegnata nella cornice della Allianz Cloud di Milano, affronta la Zanetti Bergamo!

I sestetti iniziali: la Saugella replica la formazione vista in campo a Treviso con Skorupa in regia, Ortolani opposto, Danesi e Heyrman al centro, Mari Paraiba e Meijners schiacciatrici e Parrocchiale libero. La Zanetti sceglie la diagonale Mirkovic-Smarzek, con Olivotto e l’ex Melandri centrale, Samara e Mitchem in posto 4 e Sirressi libero.

1° SET – La partita inizia con due errori di Bergamo, che aprono la strada al break del 5-0 firmato da Ortolani e Danesi. Abbondanza deve subito ricorrere al time out, ma ancora Danesi allunga (7-2). Un ottimo turno di servizio di Smarzek riporta sotto la Zanetti (7-6), poi Mari Paraiba scava di nuovo il break (9-6). La rimonta ospite si completa con un contestato attacco di Samara, forse difeso da Skorupa (11-11). Bergamo passa avanti con l’ace di Samara (12-14) e Orthmann sostituisce Meijners nelle file della Saugella. Le monzesi pareggiano subito i conti (14-14), mentre Loda entra al posto di Mitchem. Si continua punto a punto (17-17) finché gli attacchi di Smarzek e gli errori di Mari Paraiba e Obossa concedono alla Zanetti il break del 18-21. Dopo il time out di Dagioni, rimediano la stessa Obossa ed Heyrman e si va al finale in volata (21-21). Sul 23-23 l’attacco out di Orthmann regala il set point a Bergamo, ma la schiacciatrice si fa perdonare subito dopo (24-24). Ai vantaggi la Zanetti si procura altre tre chance, tutte annullate. Al quinto tentativo, dopo due grandi salvataggi di Loda, è Samara a chiudere (27-29).

2° SET – Confermate Orthmann e Loda nei due sestetti iniziali. Avvio equilibratissimo (3-2, 5-4) con scambi lunghi e grandi difesa; il primo break arriva con un ace di Mari Paraiba (7-5). Ortolani porta la Saugella a più 3, Loda prova a riavvicinare la Zanetti, ma ancora l’opposta manda Monza in fuga (12-8). Le padrone di casa si mantengono saldamente avanti con Orthmann (15-11) e allungano ancora sul servizio di Danesi (18-11). Bergamo prova a reagire con la diagonale Prandi-Van Ryk, ma Meijners (appena rientrata) ed Heyrman trascinano la Saugella al massimo vantaggio sul 22-12. Finale in discesa per la squadra di Dagioni, che domina fino al 25-12 firmato Ortolani.

3° SET – La Saugella ripropone dall’inizio Meijners, ma stavolta in diagonale con Orthmann. Ortolani, già grande protagonista del set precedente, prende per mano Monza in attacco e a muro (5-2). Sul 6-5 però Meijners ricade male da un contrasto a muro e si infortuna alla caviglia: rientra Mari Paraiba. Due muri consecutivi di Melandri tengono in scia Bergamo (8-7) e un altro block-in di Mirkovic completa la rimonta, ma Orthmann firma subito un nuovo allungo (11-8). Dopo un incomprensibile errore di Loda (14-10) rientra in campo Mitchem, ma è sempre Monza a comandare con il muro di Ortolani (16-10). Van Ryk sbaglia per il 18-11, Heyrman sigla il punto del 20-13. La Saugella spinge ancora al servizio con Mari Paraiba (22-14) e si procura il set point con il muro di Danesi (24-15), prima di chiudere grazie all’errore in battuta di Mitchem (25-16).

4° SET – Bergamo ripresenta Mitchem tra le titolari insieme a Loda, sestetto obbligato per Dagioni. Stavolta sono le ospiti a partire avanti con i punti di Smarzek (3-5), ma dall’altra parte Ortolani è sempre super (5-5). Nuovo allungo bergamasco e nuova parità con il muro di Heyrman (8-8). Ci riprova la Zanetti con Smarzek e Mitchem (9-12) e questa volta il vantaggio sembra più solido (11-14). Gli errori in battuta di Mari Paraiba (14-17) ed Heyrman (15-18) tengono avanti Bergamo. Dagioni chiama time out sul 16-19 e Monza riesce a rimontare: Ortolani e Mari Paraiba siglano la parità (19-19). Il muro della brasiliana porta avanti la Saugella (21-20) e il finale è ancora punto a punto. Loda sbaglia per il 23-22, Smarzek pareggia i conti. La battuta out di Van Ryk vale il match point, che Orthmann sfrutta con un pallonetto vincente: 25-23.

LEADERBOARD_GPCAR_2008