La Leo Shoes difende le mura amiche da Padova in tre set

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto Kioene Padova

Di Redazione

Esordio difficile per la Kioene Padova al PalaPanini, con i bianconeri che escono sconfitti per 3-0. Padova pecca di lucidità in fase offensiva, mentre la Leo Shoes trova in Zaytsev e nel gruppo “made in USA” i punti decisivi per imporre il proprio gioco. Non sono stati sufficienti i colpi di Barnes ed Hernandez, perché lo “Zar” e i compagni hanno trovato sempre più convinzione nei loro mezzi col passare dei minuti. Ishikawa – preferito a Randazzo dall’inizio del match – si è poi avvicendato con quest’ultimo ma è chiaro che i meccanismi di gioco sono ancora da oliare. Ci sarà l’occasione per farlo domenica prossima, quando alla Kioene Arena arriverà Vibo Valentia.

LA CRONACA. Coach Baldovin schiera Travica alla regia, Hernandez opposto, Polo e Volpato al centro, Barnes e Ishikawa in banda, Danani libero. Il primo break è della Leo Shoes, che con il servizio vincente di Anderson si porta sul 5-2. Padova è fallosa in attacco e questo consente ai padroni di casa di gestire il risultato. La murata di Holt su Polo costringe coach Baldovin al time out sul 12-5. Col passare dei minuti la Kioene trova maggiore continuità ed è il doppio punto di Hernandez ad accorciare (18-13). Coach Giani chiama time out quando il muro di Padova (Barnes ed Hernandez) porta il punteggio sul 20-17. Al rientro in campo Modena spinge bene al servizio ma altrettanto fa Barnes che trova due ace consecutivi. La sua ultima battuta però esce di pochissimo e il parziale termina 25-21.
Decisamente diverso l’avvio di secondo set rispetto al precedente, con Hernandez protagonista dopo l’ace del 5-6. Dall’altra parte della rete Zaytsev ribalta il risultato alla battuta (9-7) con coach Baldovin a richiamare i suoi in panchina. La Kioene tiene il ritmo ma è ancorz Zaytsev l’uomo in più per la Leo Shoes (16-13).

Sul 18-13 Randazzo prende il posto di Ishikawa ma non avviene l’inversione di tendenza. A chiudere il set ci pensa Anderson dopo la lunga e bella azione del 25-19.
L’avvio della terza frazione di gioco vede Modena arrembante (5-2). Con Randazzo ancora in campo per Ishikawa, i bianconeri non riescono però a trovare la giusta incisività in attacco. Sull’ace di Zaytsev per il provvisorio 9-4, ne consegue il time out discrezionale per la Kioene. Sul 18-9 coach Baldovin rimanda in campo lo schiacciatore giapponese al posto di Randazzo ma la Leo Shoes deve solo governare il vantaggio. Il neo entrato Pinali mette a terra l’ace del 24-14 ed è il servizio out di Polo a chiudere il match.
I

Valerio Baldovin  (coach Kioene Padova): «In questo momento non abbiamo il ritmo che ha Modena. Loro hanno fatto metà dei nostri errori forzando al servizio. La squadra ora è al completo e quindi avremo tempo per lavorare finalmente tutti insieme. Oggi si sono viste alcune cose buone, ma nel primo e terzo set abbiamo commesso troppe imprecisioni. Randazzo è nella fase di quasi completo recupero, ma rispetto a Barnes e Ishikawa ha meno ritmo partita, motivo per cui ho preferito farlo partire dalla panchina. Hernandez ha fatto una buona prestazione ma non è sufficiente la prestazione di qualche singolo. Serve maggiore efficienza di gioco a livello di squadra».

Dragan Travica (Kioene Padova): «Modena ha dimostrato di essere nettamente superiore a noi in molti fondamentali, quindi complimenti a loro per la vittoria. Quello che ci eravamo prefissati era di lottare e questo è avvenuto. Per alcuni tratti siamo pure stati vicini a loro nel risultato, ma poi abbiamo commesso alcune leggerezze che ovviamente contro Modena le paghi. Siamo un gruppo “vergine” nel senso che solo adesso possiamo allenarci tutti insieme. Non è e non dev’essere un alibi per questa partita, ma abbiamo bisogno di lavorare per trovare quell’affiatamento necessario per affrontare squadre del calibro dell’avversario di stasera».

Il tabellino

Leo Shoes Modena – Kioene Padova 3-0(25-21, 25-19, 25-15)

Leo Shoes Modena: Anderson 8, Zaytsev 16, Bednorz 11, Christenson 3, Holt 7, Mazzone 4, Rossini (L); Pinali 1, Bossi 1, Kaliberda. Non entrati: Estrada, Salsi, Rinaldi, Iannelli (L). Coach: Andrea Giani. 
Kioene Padova: Polo 2, Volpato 3, Travica 3, Ishikawa 3, Hernandez 16, Barnes 12, Danani (L); Goattardo, Cottarelli, Casaro, Randazzo 2. Non entrati: Fusaro, Canella, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Arbitri: Goitre-Sobrero.

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD