Roma Volley: Si inizia con il botto, Sabaudia è la prima avversaria

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Andrea Maddaluno

Di Redazione

La seconda stagione in serie A per la Roma Volley Club inizia al PalaHoney contro la matricola Sabaudia. Subito una gara col botto, subito un derby, quello laziale, in apertura per una partita di grande fascino. Così anche la squadra della Capitale, versione maschile, comincerà la propria avventura.

Sarà una stagione lunga e difficile con il dichiarato obiettivo di attestarsi nei piani alti e recitare un ruolo da protagonista. La società ha voluto mantenere il gruppo storico con l’aggiunta di qualche elemento che possa portare sostanza e qualità, ma senza dimenticare i giovani. Le colonne portanti sono rappresentate dal capitano e martello Lorenzo Rossi, dai centrali Federico Antonucci e Davide Borraccino, dal libero Cristian Rizzi e dal martello Luca Loreto, senza dimenticare Lorenzo Sperotto, miglior alzatore ai Mondiali under 21, e l’italobrasiliano Enrico Zappoli nel ruolo di schiacciatore

Si è cercato di valorizzare il settore giovanile, facendo salire in prima squadra alcuni elementi molto interessanti come Leon Zaccari, che faceva parte dell’Academy con la Duemila12, come Andrea Stirpe, che stava nella seconda squadra. Il gruppo è stato puntellato con atleti provenienti da squadre del territorio come l’alzatore Simone Cicchinelli dalla Fenice, dal martello Manuele Mandolini e dal centrale Matteo Consalvo, ex di turno, tutti romani. Un altro volto nuovo su cui la società ha puntato è l’opposto Simone Calarco, un ragazzo giovane e dalle buone statistiche.

In panchina il confermato Mauro Budani: “Siamo molto carichi, anzi i ragazzi sono proprio gasati, non vediamo l’ora di giocare. Siamo molto fiduciosi, iniziamo la prima in casa e questo è un fattore che ci dà energie positive. Abbiamo un anno in più di esperienza e questo non può che giovare al gruppo e alle proprie convinzioni, dobbiamo sfruttare questo fattore domenica, dobbiamo far valere la nostra forza, dobbiamo esser sereni e giocare senza pressione. Sabaudia è una squadra rognosa, ha nei laterali i punti di forza, anche se mi concentro più sul nostro gioco che su quello avversario, mi aspetto una gara intensa. Stiamo lavorando su tutti gli aspetti anche quello psicologico”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE