Chromavis Abo, prima sfida contro l’Imoco San Donà

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

Il tempo della preparazione estiva e delle amichevoli è scaduto, mentre scocca l’ora di quel tourbillon di emozioni chiamato prima di campionato, portando con sé il tradizionale mix di carica, qualche certezza, anche qualche legittima piccola insicurezza e soprattutto voglia di cogliere la prima, vera gioia dell’anno. Sarà così anche per la Chromavis Abo, che inizierà in trasferta il proprio cammino nel girone B di serie B1 femminile. Sabato alle 20,30 la formazione di Offanengo – lo scorso anno protagonista fino alla finale play off di categoria – sarà di scena al palasport “Barbazza” di San Donà di Piave (Venezia) per affrontare le giovani padrone di casa targate Imoco, “cantera” del club campione d’Italia.

In casa Chromavis Abo,  a parlare alla vigilia è coach Dino Guadalupi, che nell’occasione sconterà la prima delle due giornate di squalifica relative alla scorsa stagione (quando era alla guida di Baronissi in A2), con la panchina affidata a Guido Marangi.

La settimana che conduce all’esordio di Offanengo ha regalato anche l’innesto in rosa della centrale Monica Rettani“E’ una figura – spiega Guadalupi – che cercavamo e che completa il roster, ci dà un’opportunità in più, sappiamo come il campionato sia lungo e complicato. Sicuramente ci garantirà in primis ulteriore qualità in allenamento oltre a un’opportunità in più in partita, un’arma in più a disposizione in pratica. Inoltre, ha caratteristiche complementari alle giocatrici che erano già a disposizione nel reparto, che diventa così più completo”.

Come arriva la squadra al “primo giorno di scuola”?

“Arriviamo bene all’esordio, anche nell’ultima settimana di allenamenti è stata confermata la progressione lineare di crescita. La qualità sta aumentando in allenamento e si vedono alcune situazioni di organizzazione di gioco. E’ l’inizio di un percorso, ma comunque siamo pronti per affrontare la prima sfida”.

Avversario numero uno sul vostro cammino, l’Imoco.

“E’ una squadra giovane, fisicamente molto dotata e che fa parte di un settore giovanile di altissimo livello. Inoltre, sono anche un po’ più avanti nella condizione, avendo anche alcune ragazze sistematicamente inserite nella squadra di A1 in caso di necessità. Affronteremo una squadra agguerrita, che non avrà pressione sulle spalle”.

Quale sarà dunque il ruolo della Chromavis Abo nel match?

“In queste partite bisogna far vedere il maggior tasso di esperienza, far sì che l’esuberanza soprattutto fisica avversaria non prenda il sopravvento. E’ la prima partita per tutti e di solito dovrebbe essere gestita meglio dalla formazione più navigata”.

Una “prima” che sarai costretto a vedere a bordocampo.

“Sarà molto dura – sorride – cercherò di dare il supporto possibile alla squadra, è la mia prima squalifica in carriera e quindi una situazione nuova anche per me. Sono molto sereno, però, del fatto che la squadra venga guidata in panchina da un allenatore come Guido Marangi, una persona con cui ho già lavorato in passato e in cui ripongo fiducia totale”.

L’AVVERSARIO – La formazione dell’Imoco Volley San Donà è allenata da Stefano Gregoris, al terzo anno nel sodalizio dopo aver guidato per un biennio l’under 16, mentre in precedenza ha maturato una prestigiosa esperienza alla Foppapedretti Bergamo tra under 16 e B1, allenando per due stagioni l’attuale schiacciatrice della Chromavis Abo Alessandra Guasti. Il roster stagionale è composto interamente da atlete nate tra il 2002 e il 2004.

“Siamo un gruppo under 17-under 18 – spiega Gregoris – la B1 la utilizziamo per crescere, mentre l’under 18 è l’obiettivo principale della stagione. Diverse nostre ragazze protagoniste al recente Mondiale di categoria (chiuso con la medaglia d’argento per l’Italia di Mencarelli) sono approdate al Club Italia, mentre in rosa abbiamo Emma Cagnin (schiacciatrice), che ha partecipato a tutte le selezioni azzurre prima della rassegna in Egitto”. Quindi aggiunge. “Offanengo è una squadra con tutti i numeri per inseguire il salto di categoria: è una formazione quadrata, con pochissimi punti deboli e penso cresca ancora nell’arco dell’anno. E’ una delle favorite per l’approdo in A2. Alle mie ragazze, invece, chiedo equilibrio in ciò che fanno: attualmente non possiamo sapere cosa siamo in questo campionato, ma cerchiamo di giocare per crescere e provare a essere protagoniste. Il nostro obiettivo è cercare di esprimere la pallavolo che abbiamo impostato da un paio di anni, con velocità e fantasia, poi di solito a far la differenza tra una squadra esperta e una giovane  è l’equilibrio relativo al numero di errori. Il nostro sistema di gioco è improntato, con le dovute proporzioni, in modo simile a quello della squadra di A1 dell’Imoco”.

GLI ARBITRI – A dirigere l’incontro tra Imoco Volley San Donà e Chromavis Abo saranno il primo arbitro Daniela Benedetto Tiz e il secondo arbitro Dario Dello Stritto

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD