Maurizia Cacciatori ospite del Cuneo Volley

LEAD – SOCAF-Acquarial_C
Foto Ufficio Stampa Cuneo Volley

Di Redazione

Ieri, sabato 21 settembre, il Cuneo Volley ha portato in città la campionessa della pallavolo italiana, Maurizia Cacciatori, regalando prima una seduta di Team Experience ai propri Main sponsor, in collaborazione con l’Executive coach Roberto Ceschina, e poi coinvolgendo la comunità cuneese, organizzando assieme alla Fondazione CRC di Cuneo, la presentazione del libro “Senza rete” presso lo “Spazio incontri” in via Roma.

Alle ore 15.30 l’ex atleta ha tenuto una conferenza, dove oltre a presentare il proprio libro di fronte allo staff tecnico del Cuneo volley e tutto il settore giovanile, ha raccontato la propria esperienza pallavolistica sia dal punto di vista personale che professionale. Moltissimi gli sportivi e gli appassionati che hanno colto l’invito a partecipare all’evento pomeridiano, per approfondire l’importanza dei rapporti e dei ruoli, sia nel mondo dello sport che nella vita.

Gabriele Costamagna, Vice Presidente Cuneo Volley: «Innanzitutto ringrazio i nostri sponsor e la Fondazione CRC, che ci hanno permesso di organizzare questa giornata. L’evento con Maurizia è l’inizio di un percorso che vogliamo intraprendere: da un lato avvicinare gli sponsor alle dinamiche del nostro sport, la pallavolo, rappresentazione perfetta di un’attività in cui la collaborazione è la vera essenza del gioco; dall’altro coinvolgere i ragazzi e gli appassionati di sport in un evento aperto a tutti, raccontando la carriera e i sacrifici di un’atleta come Maurizia, che in 20 anni ha vinto tutto in Italia e in Europa».

Maurizia Cacciatori: «Sono molto contenta di esser stata contattata dal Cuneo Volley per questa seduta di Team Experience con i main sponsor e i soci del Club. E’ stato davvero emozionante tenere l’allenamento al Pala UbiBanca, palazzetto che ha visto anni di grande pallavolo e continua a essere protagonista di questa passione che i cuneesi provano per il volley. Sono molto grata alla Società di avermi dato la possibilità di portare la mia esperienza a Cuneo e poterla trasmettere ai settori giovanili e ai loro staff tecnici, durante la presentazione del mio libro, che proprio per questo motivo è stata volutamente aperta al pubblico».

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_Alfapaint_istit