Giulio Sabbi parte per la Cina… passando da Piacenza: “La Gas Sales tornerà tra le grandi”

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto Lega Pallavolo Serie A

Di Roberto Zucca

La notizia era ormai da tempo di pubblico dominio, ma ora è arrivato il momento di partire. Dopo uno scudetto epico ottenuto in una stagione straordinaria a Shanghai e la promozione in Superlega ai playoff conquistata con la Gas Sales Piacenza, Giulio Sabbi ritorna in Cina, sempre allo Shanghai Golden Age, sempre passando dall’Emilia:

In queste settimane mi sono allenato con Piacenza e il Gardo (Andrea Gardini ndr), in una società che ha un anno di vita ma che sta facendo un lavoro incredibile e che molto presto tornerà tra le grandi protagoniste della Superlega”.

Lei è uno dei protagonisti della promozione dello scorso anno. Che squadra ha visto?

Molto buona. Ci sono elementi di spicco già dalla scorsa stagione, come Fei e nuovi acquisti che faranno sicuramente molto bene. Vedo entusiasmo nell’aria e tanta voglia di dare fastidio alle grandi del campionato”.

Non ha mai nascosto la sua stima per Gardini.

È un allenatore molto preparato ad affrontare qualsiasi situazione. Il suo bagaglio da ex giocatore è impressionante. Ha creato un gran bel gruppo, che ha accolto anche me che arrivavo a fine stagione per i playoff, nonostante un organico già amalgamato”.

Lei è in partenza per Shanghai. Nuova sfida?

Decisamente. Partirò i primi di ottobre per andare a disputare un torneo con la squadra. La stagione in questo anno preolimpico partirà più tardi ma durerà fino alla fine di marzo”.

Quindi poi tornerà in Italia come lo scorso anno?

Tutto è ancora da definire. Io so di certo che quest’anno troveremo una Shanghai potenziata con l’arrivo di Urnaut. L’obiettivo è di riprendere il cammino dello scorso anno e ripeterci. Non mi dispiacerebbe fare l’en-plein di scudetti!”.

Sarà una stagione difficile?

C’è sempre l’incognita Pechino. Quest’anno so che ha ingaggiato Marouf al palleggio. Attendo di vedere la squadra completa per capire se saranno loro i nostri principali avversari”.

Quest’estate si è sposato con Federica ed è diventato padre di Greta. Quanto è cambiata la sua vita?

Per ciò che riguarda il matrimonio è stata una festa di amici che ha semplicemente sancito un rapporto con Fede che va avanti da una vita. Siamo praticamente cresciuti assieme. Per quanto riguarda la mia vita da padre la vita è cambiata molto. Greta è fantastica. La sera gioco con lei e le do da mangiare e quando non siamo assieme ne avverto la mancanza. Quest’anno verranno in Cina con me. Ormai faccio fatica a pensare di stare in qualsiasi posto senza di loro”.

LEADERBOARD_GPCAR_2008