Dopo Carli Lloyd anche Lauren Gibbemeyer ha deciso: stop alla nazionale USA

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC

Di Redazione

La centrale statunitense, 31 anni, ex di Scavolini, Conegliano, Casalmaggiore e Novara ha preso una delle decisioni che definisce “più difficili”, lasciare la nazionale americana. Lo ha comunicato personalmente attraverso il suo profilo ufficiale Instagram e raccogliendo un gran di reazioni affettuose.

“È arrivato il momento di iniziare la mia nona stagione professionistica e non potrei essere più carica di così – si legge nel suo post – dopo un’estate lunga e intensa non vedo l’ora di dare il massimo nella mia prossima stagione con l’Eczacibasi. Dopo avere dedicato quasi dieci anni di vita al programma della nazionale americana ho deciso di fermarmi. Si arriva a un punto in cui bisogna dare delle priorità ai valori più personali anche se questo significa sacrificare un sogno. Avrei volute che le cose andassero diversamente ma alla fine anche queste sono lezioni da imparare. Tutto il mio affetto alle ragazze del TeamUSA e buona fortuna per la loro prossima stagione”. Dalle parole di Lauren si intuisce un certo dispiacere per l’ultima parte della sua lunga avventura con la nazionale quando di fatto è stata “tagliata” dalla squadra che poi ha vinto la Volleyball Nations League.

Tra i primi messaggi che le sono arrivati quello di Francesca Piccinini, sua compagna a Novara, con cui la statunitense aveva stretto una bella amicizia, e di Carli Lloyd, sua compagna di nazionale che proprio poche ore  prima aveva anche lei deciso di chiudere la sua esperienza con Team USA: “Ti voglio un gran bene, ci vediamo tra poco…” le ha scritto Carli sotto il post. Tra gli saluti quello di coach Bernardinho, Jordan Larson, Tori Dixon, Rachel Adams. Tanti anche i messaggi di tifosi del nostro paese che le hanno chiesto di tornare presto in Italia.

(Fonte: Lauren Gimmebeyer Social)

LEAD_BASE_ALD