Acqui Terme, Marenco: “Difficilissimo fare pronostici. Dovrò essere bravo ad individuare la configurazione ideale”

Sandlovers_LEADERBOARD
Pallavolo Acqui Terme

Di Redazione

Le ragazze della prima squadra della Pallavolo Acqui Terme sono tornate ufficialmente al lavoro.

Dopo due giorni di microritiro introduttivo, lunedì 26 agosto la squadra guidata da Ivano Marenco, che si accinge a disputare la sua quarta stagione in serie B1, ha cominciato ufficialmente la preparazione.

Dopo quasi due settimane dall’inizio dei lavori, il tecnico acquese commenta così la stagione che si accinge a cominciare: “Intanto quest’anno fare dei pronostici per me è difficilissimo” esordisce Marenco, che poi prosegue spiegando le motivazioni: “Oltre a noi che siamo una squadra tutta nuova, anche il campionato è cambiato tantissimo.

L’anno scorso fondamentalmente i roster delle varie squadre erano quasi tutti quelli dell’anno prima, o comunque composti da giocatrici che in buona parte conoscevamo.

Quest’anno, invece, ci sono tante giovani, di conseguenza è molto difficile andare a capire quello che potrà essere sia il livello e sia quelli che potranno essere i protagonisti del campionato”.

Parlando invece del gruppo di cui è alla guida, in buona parte rinnovato rispetto allo scorso campionato, Marenco afferma: “Per quel che riguarda la mia squadra sono contento del gruppo perché hanno affrontato molto bene i primi giorni di preparazione.

È chiaro che è prestissimo per dire qualcosa, perché le ragazze nuove non le ho ancora viste in un contesto agonistico, quindi in una situazione di partita.

Per quello che ho visto, è un gruppo molto omogeneo, dove ciò che serve a livello di allenamento vale un po’ per tutte avendo più o meno ristretto il range di età, quindi, è un gruppo con cui poter svolgere la stessa tipologia di allenamento senza grosse problematiche.

È anche un gruppo, però. che mi dà molte possibilità di scelte e di cambi, aspetto sicuramente positivo ma che richiede, però, un maggior tempo per individuare qual è la configurazione ideale della squadra, a differenza dello scorso anno che, invece, avevo fatto “gioco forza”, aspetto che un po’ ci aveva penalizzato.”

In conclusione: “Quest’anno dovrò essere bravo a trovare una configurazione che vada bene da subito”

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE