Europei femminili: Italia e Olanda sono perfette, la Germania quasi. Pubblico da record in Slovacchia

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto: CEV.eu

Di Redazione

Solo tre squadre, Italia, Germania e Olanda, mantengono il record assoluto di imbattibilità dopo la quarta giornata del loro percorso nella fase a gironi dei Campionati Europei femminilei in corso ad Ankara, Lodz, Budapest e Bratislava. Non solo, Italia e Olanda sono anche riuscite a mantenere immacolato il loro percorso in termini di set: non ne hanno perso nemmeno uno. Continua il momento magico della Slovacchia che alla Ondrej Nepela Ice Arena, pur sconfitta dalla Germania, strappa un set e registra il record assoluto di spettatori in un evento di volley femminile, 5.250 paganti.

Pool A 
La Finlandia tornava all’Europeo dopo l’edizione del 1989 e inseguiva una vittoria attesa da trent’anni, quando batterono l’allora Germania Ovest: dopo tre sconfitte onorevoli il successo tanto auspicato arriva grazie a un 3-1 (25-21, 25-14, 22-25, 25-18) contro una Francia davvero meno brillante di quanto fosse lecito attendersi. In un girone durissimo la squadra nordica adesso culla il sogno di qualificarsi e andrà a cercarsi la vittoria decisiva contro la Bulgaria che è riuscita a battere la Grecia 3-0 (25-22, 25-17, 25-17) conquistando così la sua prima vittoria di questa edizione. La corsa per il terzo e il quarto posto diventa estremamente interessante e incerta.

Classifica: Serbia 3 vittorie (9 punti), Turchia 3 (8), Grecia 2 (6), Bulgaria 1 (4), Finlandia 1 (4), Francia 1 (2).

Oggi in campo: ore 16.00 Serbia-Grecia, ore 20.00 Francia-Turchia.

Pool B 
L’Italia prosegue il suo cammino perfetto battendo in modo abbastanza netto anche la Slovenia mentre nell’altra partita del girone il Belgio batte il Portogallo, che se non altro può mettere a database il primo storico set vinto in una fase finale dell’Europeo. Lusitane davvero combattive nel reagire e conquistare il secondo set ma questo poi non basta a fermare la squadra belga che vince la frazione decisiva con ampio margine (25-13, 24-26,25-20, 25-11). Azzurre ampiamente certe della qualificazione ma che dovranno giocarsi nello scontro diretto con la Polonia il primo posto.

Classifica: Italia 4 vittorie (12 punti), Polonia 3 (9), Belgio 3 (9), Slovenia 1 (3), Ucraina 0 (0), Portogallo 0 (0).

Oggi in campo: ore 17.30 Belgio-Polonia, ore 20.00 Ucraina-Slovenia.

Pool C 
Anche l’Olanda (Sloetjes nella foto a destra) prosegue a punteggio netto e con un saldo perfetto, quattro vittorie in altrettante partite e dodici set vinti senza concederne: stavolta la vittima designata è l’Estonia, che nonostante tanta generosità mette a segno appena 40 punti consentendo all’Olanda di continuare le sue rotazioni e di mettere in mostra la solita Nika Daalderop, top scorer con 18 punti (25-18, 25-12, 25-10). Molto importante invece nella lotta per il secondo posto alle spalle delle lanciatissime Oranje è invece il successo della Croazia sulla Romania per 3-1 (25-21, 23-25, 25-18, 25-22): è stata probabilmente una delle partite più belle e spettacolari di questo quarto turno di gioco. Croazia ora virtualmente seconda anche se a pari merito di vittorie e di punti con la Romania. La differenza la fa ancora una volta l’opposta Sanja Popovic-Gamma, che pur giocando solo dal secondo set inoltrato piazza 14 punti con un rimarchevole 67% di efficacia offensiva costringendo ora Daniele Santarelli a fare delle scelte tra lei e la Fabris nelle prossime gare.

Classifica: Olanda 4 vittorie (12), Croazia 2 (7), Romania 2 (6), Azerbaijan 2 (5), Ungheria 1 (3), Estonia 0 (0).

Oggi in campo: ore 15.30 Azerbaijan-Estonia, ore 18.00 Croazia-Ungheria

Pool D 
L’unica partita che si chiude al quinto set è quella tra Spagna e Svizzera: vittoria delle iberiche che rimontano due set alle rossocrociate che aprono brillantemente ma perdono lucidità alla distanza. Il 3-2 finale (22-25, 21-25, 26-24, 25-22, 15-13) premia la strepitosa prestazione di Jessica Rivero con 28 punti, molto bene Escamilla (19) e Maria Segura che cresce insieme alla rimonta spagnola. Svizzera ormai fuori dei giochi, mentre la Spagna aggancia il quarto posto scavalcando la Bielorussia che però ha una gara in più da giocare. La Germania concede un solo set alla Slovacchia, che subisce così anche la sua prima sconfitta in questa edizione dell’Europeo. La Slovacchia mantiene però un punto e una vittoria di vantaggio sulla Russia che ha riposato, e ora dovrà correre se non vuole qualificarsi come terza e correre il rischio di qualche abbinamento difficile.

Classifica: Germania 4 vittorie (11), Slovacchia 3 (8), Russia 2 (7), Spagna 2 (5), Bielorussia 0 (1), Svizzera 0 (1).

Oggi in campo: ore 17.30 Russia-Spagna, ore 20.00 Germania-Bielorussia.

(fonte: CEV.eu)

Sandlovers_LEADERBOARD