Europei femminili: la Germania sorprende la Russia, la Slovacchia festeggia

LEAD_BASE_ALD
Foto: CEV.eu

Di Redazione

Stretta finale per la prima fase dei Campionati Europei femminili che cominciano a offrire i primi scontri diretti per i migliori piazzamenti all’interno di ogni singolo girone. Al termine della quarta giornata la vera sorpresa è la Germania che infligge al tie-break la prima sconfitta della rassegna alla Russia; vittorie per Slovacchia (che si assicura un posto negli ottavi di finale), Serbia, Turchia e Polonia, mentre Olanda e Italia proseguono il loro torneo a pieno ritmo senza concedere nemmeno un set. Pesante la sconfitta subita dall’Ungheria di fronte al pubblico amico di Budapest per mano dell’Azerbaijan, 0-3.

Pool A 
La Serbia, campione in carica, prosegue senza incertezze battendo nettamente la Francia, 3-1 (25-19, 25-14, 17-25, 25-23): un po’ di riposo per Tijana Boskovic e Brankica Mihajlovic che entrano solo a partita inoltrata e riescono comunque a mettere a terra 14 punti a testa. Per la Francia, nonostante una splendida prestazione nel terzo, la situazione si complica anche in considerazione dell’infortunio occorso alla schiacciatrice Manon Moreels che oggi verrà valutato. Terza vittoria anche per la Turchia di Giovanni Guidetti, 3-1 (25-21, 25-11, 20-25, 25-17) che attende lo scontro diretto contro la Serbia e che concede un solo set alla Bulgaria, senza vittorie ma matematicamente ancora in grado di accedere alla seconda fase.

Classifica: Serbia 3 vittorie (9 punti), Turchia 3 (8), Grecia 2 (6), Francia 1 (2), Bulgaria 0 (1), Finlandia 0 (1).

Oggi in campo: ore 16.00 Finlandia-Francia, ore 18.30 Grecia-Bulgaria

Pool B 
Mentre l’Italia conquista un’altra vittoria per 3-0 contro il Belgio dopo quella delle qualificazioni olimpiche, terzo successo senza concedere alcun set, la Polonia batte l’Ucraina in un incontro iniziato male ma concluso in scioltezza 3-1 (20-25, 25-11, 25-22, 25-15). Le padrone di casa dovranno obbligatoriamente vincere contro l’Italia perché hanno un saldo set inferiore, o sperare che l’Italia crolli contro la Slovenia prima del turno di riposo e dello scontro diretto. Polonia nella quale si segnala ancora una volta Malwina Smarzek-Godek, con 26 punti. 

Classifica: Italia e Polonia 3 vittorie (9), Belgio 2 (6), Slovenia 1 (3), Ucraina e Portogallo 0 (0).

Oggi in campo: ore 18.00 Portogallo-Belgio, ore 21.00 Italia-Slovenia

Pool C 
Solo l’Italia e l’Olanda (foto a destra con Buijs in attacco) proseguono a punteggio pieno e senza concedere set: le Orange infliggono il terzo 3-0 (25-16, 25-18, 25-23) del loro Europeo alla Croazia diretta da Daniele Santarelli. In una squadra che ha ruotato parecchio lasciando a riposo la Sloetjes, si mette in evidenza Nika Daalderop, con 16 punti, insieme a Celeste Plak e Robin de Kruijf a quota 14. Capitombolo per l’Ungheria che nella partita interna contro l’Azerbaijan subisce un secco 3-0 (25-21, 25-15, 25-22) dalla squadra allenata da Giovanni Caprara. Nonostante la Szakmary (15) le magiare non riescono mai a prendere il controllo del match: devastante Polina Rahimova, 22 punti su 34 attacchi, altri 12 per Hasanova e 20 per Aliyeva.

Classifica: Olanda 3 vittorie (9), Romania 2 (6), Azerbaijan 2 (5), Croazia 1 (4), Ungheria 1 (3), Estonia 0 (0).

Oggi in campo: ore 18.00 Olanda-Estonia, ore 18.30 Romania-Croazia

Pool D 
La vera sorpresa della giornata è la clamorosa vittoria della Germania sulla Russia: le farfalle tedesche si dimostrano squadra non solo combattiva ma anche di qualità. Germania che va sotto, ribalta il match e rimonta nel tie-break, 3-2 (18-25, 25-21, 25-23, 14-25, 15-11). Russia parecchio imprecisa nei momenti decisivi del match: tra le fila tedesche ben cinque giocatrici in doppia cifra con Louise Lippman top scorer (17) nonostante parecchi errori e una percentuale offensiva non straordinaria (34%). Decisiva per la Germania anche la rotazione con tutte le giocatrici della panchina che si dimostrando molto efficaci: alla Russia non bastano la Goncharova (19) e un muro decisamente più efficace (18-11). Gara entusiasmante a Bratislava con la Slovacchia (foto a sinistra) che recupera da una partita che sembrava persa contro la Bielorussia e acciuffa gli ottavi di finale. Si tratta della prima volta nella storia della Slovacchia; in precedenza l’impresa era riuscita solo alla Cecoslovacchia.

Classifica: Slovacchia e Germania 3 vittorie (8 punti), Russia 2 (7), Spagna 1 (3), Bielorussia 0 (1), Svizzera 0 (0).

Oggi in campo: ore 17.30 Spagna-Svizzera, ore 20.00 Germania-Croazia.

La sorprendente sconfitta della Russia potrebbe influenzare anche il cammino dell’Italia. Le azzurre, ormai praticamente certe di chiudere il proprio gruppo nelle prime due posizioni, incontreranno infatti negli ottavi la terza o la quarta del girone D: se l’avversaria fosse la Slovacchia, ciò comporterebbe uno scomodo trasferimento da Lodz a Bratislava. Ma al momento la nazionale di Marco Fenoglio è al primo posto, proprio grazie al ko delle russe e al faticoso successo per 3-2 sulla Bielorussia.

(Fonte: CEV.eu)

LEAD_Alfapaint_istit