In Iran c’è la “guerra”: niente trasferimento in Francia per Shafiei

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC

Di Redazione

Poteva essere uno dei trasferimenti più importanti di questa stagione di volley mercato ma a quanto pare si concretizzerà in un nulla di fatto: il passaggio del centrale Ali Shafiei, 27 anni, al Poitier è stato infatti bloccato dalla federazione iraniana. Lo ha confermato lo stesso presidente del Poitiers Claude Berrard in una dichiarazione al giornale La Nouvelle Republique: “Abbiamo ricevuto una lettera ufficiale che ci informava che al giocatore non era stato consentito di lasciare il suo paese perché in Iran è stato dichiarato lo stato di guerra”.

In effetti non ci sono stati bombardamenti  o invasioni ma la tensione tra Stati Uniti e Iran è salita alle stelle in queste ultime settimane dopo gli attacchi a due petroliere statunitensi nel Golfo Persico e tutte le vicende legate ai test nucleari dell’Iran. Il Poitiers ha presentato un’istanza all’FIVB per tutelare i propri diritti: “Il giocatore ha firmato un contratto, ora ci dicono che non lascerà il suo paese e che per altro sta giocando regolarmente in Iran. Andremo avanti in tutte le sedi possibili per tutelare i nostri diritti. Ci dispiace molto perché è un giocatore molto forte che per noi sarebbe risultato fondamentale” dice il presidente della squadra due volte campione di Francia.

Shafiei è costretto a restare in Iran perché ufficialmente risulta essere un militare e per via di questo difficile momento nei rapporti con gli USA il governo iraniano ha bloccato tutte le forze armate e di polizia del paese.

(Fonte: La Nouvelle Republique)

Sandlovers_LEADERBOARD