La nuova Serie A1 femminile – Parte 2: Novara, Busto Arsizio, Firenze, Cuneo e Perugia

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Di A.G.

Estate, tempo di volley mercato. Allenatori, pezzi da 90 e “secondi violini” che cambiano maglia, tifosi che sognano in vista della stagione che verrà e telefoni roventi per i direttori sportivi.

Proseguiamo quindi il nostro viaggio nella Serie A1 femminile 2019-2020 analizzando altre quattro grandi protagoniste del prossimo campionato: Igor Gorgonzola Novara, Unet E-Work Busto Arsizio, Il Bisonte Firenze, Bosca S.Bernardo Cuneo e Bartoccini Fortinfissi Perugia.

Qui la prima puntata (Conegliano, Monza, Bergamo e Filottrano).

Foto CEV

IGOR GORGONZOLA NOVARA
Rivoluzione completata: salutate quasi tutte le protagoniste dell’impresa in Champions League, la nuova Igor riparte dalla coppia Chirichella-Veljkovic al centro, dal DNA vincente di coach Massimo Barbolini, dalla classe di Micha Hancock in regia, dal carisma del martello Elitsa Vasileva e dalla solidità difensiva assicurata dalla schiacciatrice-ricevitrice Megan Courtney.

Novara sarà una squadra completamente diversa dalla scorsa stagione, che giocherà probabilmente una pallavolo più corale e meno dipendente dalla leadership di una singola giocatrice (ovviamente Paola Egonu). Certo, digerire la cessione dell’opposto più forte al mondo sarà dura, se non impossibile. Molto dipenderà dalla vena realizzativa di Jovana Brakocevic: nessuno le chiede i 1139 punti di Egonu nella scorsa stagione, ma il record nel campionato polacco con cui si presenta è un bel biglietto da visita.

PALLEGGIATRICI: Micha Hancock, Rachele Morello
CENTRALI: Valentina Arrighetti, Cristina Chirichella, Federica Piacentini, Stefana Veljkovic
SCHIACCIATRICI: Megan Courtney, Zuzanna Gorecka, Chiara Di Iulio, Elitsa Vasileva
OPPOSTE: Jovana Brakocevic, Iza Mlakar
LIBERI: Francesca Napodano, Stefania Sansonna
ALLENATORE: Massimo Barbolini

Karsta Lowe (foto Rubin/LVF)

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO
La scorsa stagione è servita per avvicinarsi al livello delle prime della classe e acquisire consapevolezza, questa dovrebbe essere quella del definitivo salto di qualità. Il progetto alla base di ogni mossa di mercato è da elogiare: nulla è stato lasciato al caso, con la squadra puntellata per fare bene sin da subito, ma allo stesso tempo con uno sguardo al futuro.

Le basi di partenza sono un allenatore estremamente preparato come Stefano Lavarini, reduce da un biennio straordinario alla guida del Minas in Brasile, e un roster che nella scorsa stagione ha vinto la Coppa Cev, esprimendo una pallavolo di buon livello. A questo si aggiungono la continua crescita di Orro ed Herbots, l’arrivo di giocatrici come Francesca Villani ed Erblira Bici, pronte a dare il proprio contributo in caso di necessità, e soprattutto il ritorno di Karsta Lowe, un innesto che può garantire continuità di prestazioni nel ruolo in cui più è mancata nell’ultimo campionato.

PALLEGGIATRICI: Maria Luisa Cumino, Alessia Orro
CENTRALI: Beatrice Berti, Sara Bonifacio, Haleigh Washington
SCHIACCIATRICI: Alessia Gennari, Britt Herbots, Francesca Villani
OPPOSTI: Erblira Bici, Karsta Lowe
LIBERI: Giulia Leonardi, Wang Simin
ALLENATORE: Stefano Lavarini

Mickaela Foecke (foto FIVB)

IL BISONTE FIRENZE
Giovani ed affamate. Basterebbero queste due parole per descrivere Il Bisonte Firenze versione 2019-2020. Le giocatrici arrivate in estate alla corte del tecnico Giovanni Caprara sono una bomba ad orologeria, pronte ad esplodere da un momento all’altro. Sarah Fahr ha già dimostrato con la maglia del Club Italia di essere una centrale efficiente in attacco e granitica a muro. Sylvia Nwakalor è un talento dalle grandi potenzialità che vuole ritagliarsi un ruolo importante nella nuova squadra.

Mikaela Foecke è uno dei migliori martelli prodotti dal campionato NCAA nell’ultimo lustro: classe 1997, nel suo ciclo universitario si è guadagnata la luce dei riflettori trascinando le Nebraska Huskers alla conquista di due titoli nazionali, oltre a meritarsi una lunghissima serie di riconoscimenti e la convocazione nella nazionale statunitense. Un dubbio, se vogliamo insinuarlo: il roster è veramente attrezzato per colmare il vuoto lasciato da giocatrici del calibro di Parrocchiale, Lippmann e Sorokaite?

PALLEGGIATRICI: Laura Dijkema, Alice Turco
CENTRALI: Sara Alberti, Christina Bauer, Sarah Fahr
SCHIACCIATRICI: Nika Daalderop, Alice Degradi, Mikaela Foecke, Daly Santana
OPPOSTO: Sylvia Nwakalor
LIBERI: Giulia De Nardi, Maila Venturi
ALLENATORE: Giovanni Caprara

Foto Ufficio stampa Cuneo

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO
Se sorprendere è difficile, confermarsi lo è ancora di più. La Bosca San Bernardo si presenta ai nastri di partenza della stagione 2019-2020 con un roster competitivo e confermato solo in parte nello starting six (Zambelli, Markovic e Van Hecke): senza dubbio i margini di crescita sono notevoli, così come le certezze. Sarà interessante capire che tipo di sistema coach Andrea Pistola costruirà intorno a Carlotta Cambi, la nuova regista della squadra, sbarcata in Piemonte con tanta voglia di riscatto dopo un’annata difficile a Bergamo.

Il mix di atletismo ed efficienza in tutti i fondamentali delle nuove bande, Yarmila Nizetich e Madison Rigdon, sarà un’arma importante. Se il sistema difensivo, con il libero Giorgia Zannoni alla prima esperienza da titolare in A1, reggerà e la fluidità offensiva farà un passettino in avanti rispetto al passato, allora ci si potrà davvero divertire in quel di Cuneo.

PALLEGGIATRICI: Beatrice Agrifoglio, Carlotta Cambi
CENTRALI: Sonia Candi, Laura Frigo, Emily Maglio, Marina Zambelli
SCHIACCIATRICI: Srna Markovic, Yamila Nizetich, Madison Rigdon, Adelina Ungureanu
OPPOSTI: Gloria Baldi, Lise Van Hecke
LIBERO: Giorgia Zannoni
ALLENATORE: Andrea Pistola

August Raskie (Foto Bartoccini Fortinfissi Perugia)

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA
L’anno scorso Perugia era una fuoriserie in Serie A2, ora è il grande punto interrogativo di A1. La domanda è duplice. La formazione di Fabio Bovari è attrezzata per affrontare al meglio il massimo campionato italiano? E, soprattutto, riuscirà a centrare l’obiettivo salvezza? Ad oggi, vi è ben poco per cui essere ottimisti. Perché la Bartoccini Fortinfissi è una squadra indecifrabile con molte scommesse e trovare la quadratura giusta non sarà facile.

Eccezion fatta per Eleonora Bruno, Veronica Angeloni e Sara Menghi, l’esperienza nel massimo campionato italiano è davvero poca e questo aspetto si può pagare caro. La salvezza dipenderà anche dall’impatto e dalla continuità che riusciranno ad avere la palleggiatrice August Raskie, alla prima avventura fuori dagli USA, e Rosamaria Montibeller, opposto brasiliano di buone qualità tecniche, anche se dal carattere non facile.

PALLEGGIATRICI: Ilaria Demichelis, August Raskie
CENTRALI: Luisa Casillo, Sara Menghi, Giulia Mio Bertolo
SCHIACCIATRICI: Veronica Angeloni, Regiane Bidias, Rebecka Lazic
OPPOSTI: Rosamaria Montibeller, Veronica Taborelli
LIBERI: Eleonora Bruno, Giada Cecchetto
ALLENATORE: Fabio Bovari

(2° puntata – continua)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE