Leonardo Razzetto completa il reparto centrali della Peimar Volley

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Peimar Volley

Di Redazione

Quarta stagione in serie A per Leonardo Razzetto, centrale nato all’Isola d’Elba, classe 1991. Esordio con i Lupi S.Croce, stagione 2011/12, quindi un po’ di cadetteria, poi di nuovo A/2, in Campania, Sigma Aversa, stagione 2016/17. L’anno successivo il passaggio alle Messaggerie Bacco Catania: stagione positiva, a livello personale, per Leonardo, esploso in termini di set giocati e anche per qualità di rendimento (43,8 % di attacchi a segno).

Nel 2018/19 la scelta di Calci, sponda VBC, per una B di alta classifica. Il campionato in effetti è di ottimo livello, la squadra guadagna un lunghissimo periodo di imbattibilità e tiene, per lungo tempo, i play off promozione in mano: un crollo nel finale brucia le chances di post season ma Leonardo guadagna la “card” per salire sul treno Peimar Volley, e tornare in A/2. Merito del rendimento ma anche della grande serietà e professionalità. Completa un reparto formato dall’esperto Rocco Barone e dal promettentissimo Leandro Mosca, “posti tre” di eccellenza per una Società che si conferma sempre più ambiziosa e organizzata.

Ho deciso di rimanere a Calci perché so che è una società solida, sempre in crescita, con voglia di affermarsi e con un progetto ambizioso.. Tutte cose che coincidono con i miei obiettivi – ci svela il centrale livornese – inoltre ho la possibilità di rivivere la serie A/2 rimanendo vicino casa”. Razzetto, di fronte alla domanda sugli obiettivi personali per la prossima stagione, risponde così: “Voglio mettere a disposizione della squadra la mia esperienza e sono felice di confrontarmi di nuovo con il campionato di A2; il livello sarà alto ma penso saremo molto competitivi per affrontarlo al meglio”.

Nelle giovanili di Santa Croce ho giocato con Ciulli e Tosi – chiude Leonardo, precisando l’aspetto dei rapporti interni ad uno spogliatoio tutto nuovo – “nel Club Italia ho giocato con Fedrizzi mentre due anni fa a Catania ero con Sideri. Ciulli l’ho ritrovato lo scorso anno, proprio qui a Calci, conoscendo tra l’altro Nicotra”.

(fonte: Comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD