Top & Flop Beach Volley: l’artiglieria di Francesco Vanni, le finezze di Chiara They

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Massimiliano Natale

Di Roberto Zucca

Il Campionato Italiano Assoluto di Beach Volley si è spostato in Calabria, nella suggestiva cornice di Cirò Marina. È proprio qui che nel weekend, per la prima volta, è andato in scena un testa a testa tra le coppie maschili e femminili che si contendono il titolo stagionale.

Sul fronte maschile, si impone senza troppe sorprese l’inedita coppia formata da Davide Dal Molin e Matteo Ingrosso, che in finale sconfigge il duo Vanni-Lupo protagonisti di una bellissima tappa. Terzo posto per i vincitori della precedente tappa Manni-Bonifazi che hanno la meglio sulla quotatissima coppia Ingrosso-Cecchini.

Sul versante femminile, Meniconi-Galazzi vincono al terzo set una finale molto combattuta giocata contro l’inedita coppia They-Varrassi. Bronzo a Leonardi-Benazzi, che si sono imposte al tie break contro Colombi-Breidenbach. Appuntamento tra due settimane a Palinuro per l’ultima tappa prima della finalissima di Caorle.

Il top: Matteo Ingrosso. L’estro non lo tradisce mai e il Matador gioca con tutta la creatività che lo contraddistingue per portare sul gradino più alto del podio il muro e il gioco di Davide Dal Molin. Partite con risultati netti, e con un gioco di Dal Molin mai così preciso come in questa tappa. Benissimo anche Vanni-Lupo: Vanni si dimostra capace di prendersi delle rivincite sulle prime tappe dell’assoluto e si va a giocare la finale con Andrea Lupo, sfoggiando l’artiglieria pesante soprattutto nella semifinale vinta contro Ingrosso-Cecchini. Nel femminile Chiara They desta più di qualche sorpresa e ritrova le magie della prima parte di stagione. A Cagliari aveva ceduto in finalissima mentre in questa tappa soddisfa tutte le aspettative e sfrutta le belle iniziative di Dalila Varrassi soprattutto sottorete.

Il flop: Bonifazi-Manni. Un terzo posto significativo ma che non soddisfa appieno i due talenti capitolini, capitolati in una semifinale giocata con tanti errori e senza quella tenacia e quella sicurezza vista qualche settimana fa in Sardegna. Stupisce il quarto posto di Paolo Ingrosso dopo i bellissimi piazzamenti delle prime tappe. Con Cecchini non centrano il podio, ma si dimostrano una coppia affiatata e sicuramente in grado di ambire a ben altri piazzamenti, semmai ci saranno altre tappe giocate assieme. Nel torneo femminile peccato per Leonardi-Benazzi, che per l’entusiasmo dell’esordio forse ambivano alla finalissima. Per loro decisiva la semifinale persa al tie break contro Meniconi-Galazzo, in cui si poteva fare qualcosa in più.

Spalding_Leaderboard