VNL maschile: Polonia, Russia e USA sono già in semifinale

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto FIVB

Di Redazione

Al termine della seconda giornata della Final Six di Chicago si conoscono già le prime tre semifinaliste della Volleyball Nations League maschile. Nella Pool A la Russia sconfigge la Francia per 3-0, eliminandola dalla competizione, e passa così il turno insieme agli USA; nella Pool B la Polonia ottiene la sua seconda vittoria contro l’Iran e si assicura il primo posto. L’ultima protagonista delle semifinali uscirà stanotte dalla sfida tra gli iraniani e il Brasile.

Tutto facile dunque per la Russia, che travolge i francesi con una performance davvero impressionante a muro: ben 20 vincenti (contro 7) di cui 7 dello scatenato Ilyas Kurkaev e 4 a testa per Iakovlev e Kliuka. Passano così in secondo piano le prove offensive non esaltanti dello stesso Kliuka e di Poletaev, anche perché la Francia fa peggio: 23 errori e nessun attaccante oltre il 35%. Sconsolato Benjamin Toniutti: “Ci hanno distrutto, non c’è molto altro da dire. Non possiamo essere soddisfatti della nostra prestazione in questa Final Six perché non abbiamo giocato la nostra miglior pallavolo, per quanto ci mancassero diversi giocatori importanti“.

La Polonia si conferma intanto la grande sorpresa (se così si può dire) della Final Six battendo l’Iran per 3-1 in rimonta. Dopo la grande partenza degli asiatici, sul 13-13 del secondo set è ancora una volta un cartellino rosso ad accendere la miccia per la squadra di Vital Heynen, che vola sul 17-13 e da lì prende il controllo e nella gara: nel terzo e nel quarto parziale la Polonia è sempre avanti, mentre gli iraniani vanno in crisi in ricezione e in attacco. 9 gli ace dei campioni del mondo, 3 a testa per Klos e Kwolek, mentre Norbert Huber è dominante a muro (5 punti) e Bartos Bednorz vive un’altra serata di gloria con 24 punti (57%). All’Iran non bastano i 22 punti di Amir Ghafour e il positivo ingresso di Mojarad.

La nostra arma migliore è il muro-difesa – ha detto Heynen – se non funziona, non possiamo vincere, e durante il match abbiamo continuato a crescere in questo fondamentale. Abbiamo cominciato a controllare i loro attacchi e la partita è cambiata. Dopo aver giocato cinque set contro il Brasile saremmo dovuti essere noi quelli in difficoltà sul piano fisico.. Invece più stiamo in campo, meglio giochiamo“.

Oggi alla mezzanotte italiana scenderanno in campo Brasile e Iran, a caccia della qualificazione, mentre alle 3 USA e Russia si sfideranno per il primo posto nel girone, che permetterà di evitare la Polonia. Le gare saranno trasmesse in diretta tv da Eurosport 2.

Iran-Polonia 1-3 (25-21, 18-25, 20-25, 22-25)
Iran: Ebadipour 10, Ghaemi, Marouf 1, Mousavi 8, Fayazi 10, Hazratpour (L), Gholami ne, Ghafour 22, Manavi 4, Mojarad 6, Shafiei 2, Moazzen (L), Yali, Karimi ne. All. Kolakovic.
Polonia: Muzaj 12, Komenda 1, Kaczmarek 5, Gruszczynski ne, Boladz, Kwolek 8, Janusz, Fornal (L) ne, Bednorz 24, Popiwczak (L), Lukasik 1, Klos 11, Wrona ne, Huber 14. All. Heynen.
Arbitri: Simonovic (Serbia) e Casamiquela (Argentina).

Russia-Francia 3-0 (25-16, 25-23, 25-17)
Russia: Kovalev, Zemchenok ne, Volkov 10, Semyshev ne, Iakovlev 10, Voronkov ne, Philippov ne, Podlesnykh ne, Poletaev 10, Kliuka 9, Kurkaev 11, Martynyuk (L) ne, Kobzar 2, Golubev (L). All. Sammelvuo.
Francia: Aguenier ne, Patry 13, Toniutti, Tillie 3, Lyneel, Le Roux 2, Brizard, Bultor (L) ne, Clevenot 4, Rossard T. 11, Louati, Rossard N. (L), Chinenyeze 6. All. Tillie.
Arbitri: Cespedes Lassi (Rep.Dominicana) e Mokry (Slovacchia).

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE