Challenger Cup maschile: tutto facile per la Slovenia, Bielorussia con fatica

LEAD_Alfapaint_istit

Di Redazione

È iniziata con una vittoria dei padroni di casa della Slovenia la Challenger Cup maschile che mette in palio un posto per la prossima edizione della Volleyball Nations League: la vincente andrà a sostituire il Portogallo, retrocesso al termine delle quindici partite della prima fase. Nel pomeriggio all’Arena Stozice di Ljubljana la Bielorussia ha dovuto sudare parecchio per piegare l’Egitto, battuto solo al quinto set e dopo una partita lunghissima. Finisce 3-2 (21-25, 25-16, 20-25, 26-24, 15-9) con i Faraoni due volte in vantaggio e due volte raggiunti grazie soprattutto alla vena offensiva di Radzivon Miskevich (27 punti) e a un servizio via via sempre più efficace. Bene anche Pavel Kuklinski con 24 palloni a terra.

Miskevich a fine gara ha dovuto ammettere che l’esordio è stato faticoso: “Per noi è un’esperienza unica misurarci con squadre di altri continenti, di solito dobbiamo confrontarci con squadre europee e abbiamo la grande occasione di maturare nuove esperienze. Siamo partiti davvero male e abbiamo fatto fatica a entrare in partita e a trovare il nostro gioco, poi con il tempo le cose sono migliorate e abbiamo conquistato una vittoria che è estremamente importante”.

Il tecnico dell’Egitto Gido Vermeulen è ovviamente molto dispiaciuto: “Avevamo tutte le carte in regola per vincere il quarto set e chiudere il match ma non ne abbiamo saputo approfittare, nel quinto set ci sono mancate le forze e la lucidità per rimontare ancora; questa è sicuramente la cosa che mi dispiace di più”.

Bene la Slovenia che chiude in modo molto ampio e in poco più di un’ora di gioco contro il Cile, 3-0

(25-12, 25-15, 25-19). La squadra guidata da Alberto Giuliani ha dominato sia al servizio (otto gli ace) che a muro (7-2) con un Tine Urnaut molto preciso (12) e un Toncek Stern altrettanto incisivo (10). Al Cile non è bastata la verna di Vicente Parraguirre, miglior realizzatore del match con 13 punti.

“Un esordio non è mai facile – ha dichiarato al termine del match Giuliani – d’altra parte però abbiamo cominciato con molta calma prendendo subito le redini dell’incontro e gestendo bene fino alla fine. È una buona gara della quale dobbiamo fare tesoro per migliorare ancora il nostro livello di gioco”.

Il programma di oggi prevede alle 16.30 l’esordio di Cuba contro la Bielorussia e quello della Turchia – alle 19.30 – contro il Cile.

(Fonte: FIVB.com)

LEAD – SOCAF-Acquarial_C