Le dichiarazioni azzurre alla vigilia dei Campionati Mondiali di Amburgo

LEAD_BASE_ALD
Foto FIPAV

Di Redazione

Dal 28 giugno al 7 luglio 2019, allo stadio Am Rothenbaum di Amburgo, si terrà la quindicesima edizione dei Campionati Mondiali maschili e femminili di beach volley. L’appuntamento clou della stagione pre olimpica riserverà anche la possibilità, per le squadre vincitrici, di staccare il pass per Tokyo 2020. Un’ulteriore motivazione per le tre coppie azzurre che proveranno a portare a casa la prima medaglia mondiale nella storia italiana di questa disciplina.

Nel torneo maschile, saranno Lupo-Nicolai e Ranghieri-Caminati a rappresentare i colori azzurri, mentre nel tabellone femminile questo compito sarà riservato a Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth.

Di seguito le dichiarazioni degli atleti e delle atlete azzurre:

MARTA MENEGATTI:Innanzitutto sono molto orgogliosa di poter competere in quello che sarà il quarto mondiale della mia carriera. Più di ogni altra cosa, però, sono davvero soddisfatta del nostro team, perché già il fatto di essere arrivate qui, tra le migliori coppie al mondo, rappresenta un traguardo importante per me e Viky (Orsi Toth ndr), che abbiamo ricominciato a giocare insieme solo a luglio dello scorso anno. Per quanto ci riguarda, siamo arrivate in un ottimo stato di forma, quindi siamo fiduciose per il nostro percorso. Sappiamo che sarà più difficile mantenere alta la concentrazione perché il Mondiale è una manifestazione più lunga e nel quale le gare sono distribuite in modo diverso rispetto al World Tour, dunque il profilo psicologico sarà fondamentale. Inoltre, siamo consce di quanto sia importante anche in ottica qualificazione per Tokyo, quindi ci sono tutti gli stimoli che possono servire per poter far bene.”

VIKTORIA ORSI TOTH:Le sensazioni alla viglia sono più che buone, ci stiamo allenando bene e siamo estremamente felici. Il fatto di essere qui per noi è già una grande conquista, perché dopo mesi molti complicati, siamo tornate ad avere un buon livello di gioco. Il Mondiale sarà una grande occasione per metterci alla prova con le squadre più forti in assoluto.”

PAOLO NICOLAI:Il mondiale è una grande sfida. È un torneo molto lungo, con regole leggermente diverse dai tornei del World Tour. Assegna un titolo importante e tutti i migliori sono qui per conquistarlo. Ogni occasione di competere con squadre forti è un momento di crescita che ci permetterà di avvicinarci alla qualificazione olimpica. Quindi siamo felici di esserci, fieri di rappresentare ancora una volta l’Italia e curiosi di vedere come andrà. Se avessimo bisogno di ulteriori motivazioni oltre a quelle già intrinseche al fatto stesso di competere in un mondiale sarebbe un problema. Dobbiamo essere concentrati sul nostro gioco, pensare partita per partita e goderci la possibilità e il privilegio di poter giocare questo tipo di manifestazioni.”

DANIELE LUPO: “I Campionati del Mondo sono una manifestazione fantastica, siamo con il morale al massimo e non vediamo l’ora di cominciare. Sappiamo, ovviamente, che tutti quelli che sono qui hanno tanta voglia di fare bene, quindi sappiamo che non sarà facile imporsi. Nelle edizioni non siamo riusciti a portare a casa dei buoni risultati, ma quest’anno siamo maturati ulteriormente e anche se siamo rientrati da poco lo stato psicofisico è davvero ottimo. Poi questa sarà un’edizione particolare e più prestigiosa perché mette in palio un posto diretto per Tokyo 2020. In generale, credo che chi sarà reggere al meglio la pressione si porterà a casa la vittoria.”

MARCO CAMINATI: “Prima di tutto posso dire di essere davvero molto emozionato, perché sono al mio primo mondiale e già il fatto di essere qui significa molto per me. In questi ultimi due anni il percorso che abbiamo fatto è stato molto positivo e adesso stiamo lavorando al massimo per presentarci nelle migliori condizioni ad Amburgo. Sarà una grande emozione giocare la prima partita della pool con i vice campioni del mondo. Più in generale la consapevolezza di essere stati inseriti in una pool equilibrata, ci fa comprendere quanto sarà difficile il percorso che ci aspetta, ma allo stesso tempo ci fornisce degli stimoli importanti.

ALEX RANGHIERI: “Le sensazioni sono positive: il Mondiale è una competizione molto prestigiosa, quest’anno poi mette in palio un pass per Tokyo 2020 quindi acquisisce ancora più valore. Per questo, sappiamo che è arrivato il momento di dare quel qualcosa in più. Per quanto riguarda la nostra pool, con le due coppie più accreditate abbiamo sempre fatto un’ottima figura, quindi se riusciremo a ripetere le prestazioni messe in mostra in precedenza e soprattutto a resistere sotto il punto di vista mentale per tutto l’arco del match, avremo buone possibilità di raggiungere il nostro obiettivo: quello di passare il girone.

Le pool delle coppie azzurre

Femminile – Pool A
Ittlinger-Laboureur (Germania), Menegatti-Orsi Toth (Italia), Mcnamara-Mcnamara (Canada), Michellle-Pati (Paraguay)

Maschile – Pool C
Krasinikov-Stoyanovsky (Russia), Doppler-Horst (Austria), Ranghieri-Caminati (Italia), Gottsu-Ageba (Giappone)

Maschile – Pool H
Nicolai-Lupo (Italia), Andre-George (Brasile), Seidl-Waller (Austria), Soares-Nguvo (Mozambico)

Il calendario delle coppie azzurre

28 giugno Menegatti Orsi Toth-Mcnamara Mcnamara (ore 13), Ranghieri Caminati-Doppler Horst (ore 16); 29 giugno Ranghieri Caminati- Krasinikov Stoyanovsky (ore 16), Menegatti Orsi Toth- Michellle-Pati (ore 17), Nicolai Lupo-Soares Nguvo (ore 19); 30 giugno Nicolai Lupo- Seidl Rob. Waller (ore 15); 1 luglio Ranghieri Caminati- Gottsu Ageba (ore 14), Menegatti Orsi Toth-Ittlinger Laboureur (ore 20.30), 3 luglio Nicolai Lupo-Andre George (ore 14).

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC