VNL femminile, l’Italia si inchina al Belgio e chiude al quarto posto. Infortunio per Alberti

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto FIVB

Di Redazione

Termina con una sconfitta l’avventura dell’Italia nella fase a gironi della Volleyball Nations League femminile. Le azzurre, in campo ancora con molte seconde linee, si arrendono al tie break al Belgio dopo essere state due volte in vantaggio. La nazionale di Mazzanti chiude così al quarto posto in classifica generale.

Nella Final Six di Nanchino (3-7 luglio) le azzurre dovrebbero dunque incontrare le padrone di casa della Cina e la Turchia, mentre nell’altro girone si affronterebbero USA, Brasile e Polonia; gli abbinamenti sono però ancora in attesa di ufficializzazione.

Contro il Belgio, dopo un ottimo inizio, l’Italia ha scontato il numero decisamente troppo elevato di errori punto, ben 35. Confortante però la prova di Elena Pietrini (19 punti con il 51%) e Sarah Fahr (17 con 3 ace e 5 muri). Nota negativa l’infortunio di Sara Alberti, che nel corso del quarto set è ricaduta sulla spalla accusando un forte dolore: da verificare le sue condizioni. In casa belga ancora un’ottima gara per la “stellina” di Busto Arsizio Britt Herbots, autrice di 17 punti.

LA CRONACA – Mazzanti ha lasciato a riposo Malinov, Chirichella, Lucia Bosetti, Sylla e inizialmente anche Danesi e Sorokaite, mandando in campo Orro in regia, Nicoletti opposto, Alberti e Fahr al centro, Caterina Bosetti e Pietrini in posto 4 e Parrocchiale come libero.

Nel primo set la nazionale tricolore ha fatto il vuoto: nel giro di poche azioni Pietrini e compagne hanno staccato pesantemente le avversarie (6-1). Il muro (3 Fahr) e il contrattacco azzurro hanno girato molto bene, al contrario del Belgio che ha fatto tanta fatica (13-4). Le ragazze di Mazzanti, ottimamente guidate da Orro, non hanno mai abbassato il ritmo e il punteggio del parziale è stato un perentorio 25-12.

Completamente opposto l’andamento della seconda frazione: l’Italia ha commesso una brutta serie di errori e il Belgio ne ha approfittato (1-5). Le azzurre non hanno trovato lo stesso ritmo del set precedente, mentre le avversarie hanno preso con decisione il comando (3-10). Pietrini ha provato a scuotere le compagne (8-11), ma le belghe in poche azioni hanno prima ristabilito una distanza di sicurezza (13-20) e poi amministrato il vantaggio (20-25).

Il terzo set ha visto le due squadre rimanere in parità sin sul 10-10, momento in cui le ragazze di Mazzanti hanno spinto sull’acceleratore (14-11). Il turno in servizio di Orro ha lanciato la fuga azzurra, con il Belgio ben bloccato dal muro di Fahr e compagne (16-12). La nazionale tricolore, in evidenza Fahr e Alberti, ha condotto senza problemi il gioco, imponendosi di forza (25-16).

Ancora una volta il match ha cambiato padrone nel quarto parziale: il Belgio ha sfruttato molto bene il proprio servizio, mettendo in crisi le azzurre (9-16). I molti errori dell’Italia hanno spianato ulteriormente la strada alle avversarie (14-25).

Il momento favorevole del Belgio è proseguito nel tie break: l’Italia ha faticato in ricezione ed è scivolata indietro (1-4). Le azzurre hanno provato a rientrare, ma non c’è stato niente da fare (10-15).

Belgio-Italia 3-2 (12-25, 25-20, 16-25, 25-14, 15-10)
Belgio: Van Sas 3, Herbots 17, Van Gestel 10, Grobelna 6, Sobolska 9, Janssens 4, Van de Vyver J. ne, Goliat ne, Van de Vyver I., Van Avermaet 8, Guilliams (L), Stragier 1, Valkenborg (L), Rampelberg. All. Vande Broek.
Italia: Sorokaite 2, Alberti 7, Malinov ne, De Gennaro, Orro 2, Bosetti C. 15, Chirichella ne, Danesi, Fahr 17, Pietrini 19, Bosetti L. (L) ne, Sylla ne, Parrocchiale (L), Nicoletti 12. All. Mazzanti.
Arbitri: Rolf (USA) e Kovar (Repubblica Ceca).

Sandlovers_LEADERBOARD