Consar Porto Robur Costa, il bilancio finale dell’attività giovanile

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Ufficio stampa Porto Robur Costa

Di Redazione

Con la tradizionale e classica cena, nella cornice del Marinabay, il settore giovanile del Porto Robur Costa, gestito dalla Scuola di Pallavolo Ravenna, ha messo la parola fine sulla stagione 2018/19. E l’appuntamento è stata l’occasione per stilare il bilancio finale di questa annata, “che ha portato innanzitutto ad un ampliamento e consolidamento del vivaio – sottolinea Roberto Costa, responsabile dell’attività giovanile – del club, composto da otto gruppi agonistici grazie all’inserimento di una squadra Under 12, e da quattro centri di addestramento Volley S3, di cui uno femminile, per un totale di 213 atleti (96 sono quelli dell’attività dai 6 agli 11 anni), dato in assoluto superiore alle presenze registrate dal 2004, anno della ripresa della nostra attività, e che ci ha visti tornare in campo nella Junior League dopo oltre 20 anni di assenza. Allo sviluppo e alla penetrazione sul territorio, ha contribuito in modo insostituibile la sinergia con Romagna in Volley, il consorzio che da Cesena riunisce quasi tutte le squadre della Romagna con 2.500 atleti e atlete provenienti dai Cesena, Rimini, Cesenatico, Cervia, Bellaria, Imola e Lugo, e che quest’anno ha ricevuto dalla FIPAV il premio per la sua attività”.

Ma per il vivaio del Porto Robur Costa, quella che si è da poco conclusa è stata anche un’annata che ha portato risultati sul campo di assoluto valore: “Oltre al bottino pieno di titoli provinciali, abbiamo partecipato a 4 finali regionali – ricorda Costa con un 2° posto e tre 3° posti e ad una finale nazionale con la nostra Under 13 3×3 classificatasi 11ª su 28 squadre finaliste. Un applauso sincero e convinto va a tutti i nostri ragazzi per l’impegno profuso, ai nostri 13 allenatori, ai 24 collaboratori e a tutti coloro che a vario titolo hanno dato una mano importante con amore e passione per accompagnare il lavoro del nostro vivaio. E un ringraziamento doveroso va fatto a quegli enti, imprese e aziende che anche quest’anno ci hanno confermato la loro fiducia e il loro sostegno, fondamentale per mantenere e sviluppare la nostra attività che ha ricevuto dalla Fipav il riconoscimento di alto livello nazionale con il marchio di qualità Oro”.

Chiusa la stagione in palestra, ma non è chiusa l’attività del club che da lunedì 17 giugno fa partire la prima delle due settimane di camp estivo giornaliero, sempre al Marinabay, a cui risultano iscritti già una settantina tra ragazzi e ragazze e poi dall’1 luglio organizza una settimana di camp residenziale, al camping Rivaverde, che ha già totalizzato una ventina di adesioni. Infine, l’ultima settimana di agosto è previsto il classico appuntamento con il camp collinare a Marradi.

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard