Elisa Lancellotti, neo acquisto della Roana CBF: “Macerata mi ha convinta con un progetto interessante, con un mix di atlete giovani e altre esperte”

LEAD_BASE_ALD
Foto Volley Academy Sassuolo

Di Redazione

L’Helvia Recina, neo promossa in A2 Femminile, inizia la campagna acquisti portando a Macerata una giocatrice di esperienza che possa dare sicurezza in un ruolo delicato, come quello del palleggiatore. Elisa Lancellotti, intervistata da “Il Resto del Carlino Macerata“, commenta così la prossima stagione e la sua scelta di approdare nelle marche.

La Roana CBF dà il suo benvenuto ad Elisa Lancellotti. In cabina di regia arriva il primo acquisto arancionero per la nuova avventura in serie A2. La palleggiatrice classe ’91, nata a Carpi, 174 centimetri, è reduce da due stagioni consecutive alla Volley Academy Sassuolo con cui ha conquistato prima la sua terza personalissima promozione in A2 e poi la Coppa Italia di categoria l’anno seguente. Talento ed esperienza da vendere per chi si appresta a vivere la sua quinta stagione nel campionato di A2, questa volta, agli ordini di coach Paniconi.

«L’A2 è un campionato impegnativo per cui non solo si lavorerà di più rispetto alla B1, ma gli allenamenti saranno più intensi, e si dovranno studiare attentamente le caratteristiche delle squadre e delle avversarie». Così Elisa Lancellotti, neo palleggiatrice dell’Helvia Recina, presenta l’A2 di volley femminile a cui la squadra maceratese si presenta da matricola.

«Macerata – aggiunge la giocatrice, che lo scorso anno era a Sassuolo – mi ha convinta con un progetto interessante in cui le più esperte saranno affiancate da elementi giovani. La dirigenza sta lavorando per allestire una formazione con qualche elemento di esperienza, io ne ho un po’ avendo 28 anni ed avendo disputato quattro stagioni in A2».

Lancellotti, nata a Carpi nel 1991, è reduce da due stagioni consecutive all’Academy Sassuolo con cui ha conquistato prima la terza promozione in A2 e l’anno successivo la Coppa Italia di categoria. La palleggiatrice ha giocato con Sassuolo, Forlì, Reggio Emilia, Aprilia e Ravenna. Le maceratesi affronteranno un torneo in cui il livello tecnico è logicamente più alto di quello passato. «Ci saranno squadre che hanno fatto la serie A per anni, altre faranno di tutto per conquistare la promozione per cui il livello tecnico si innalzerà di conseguenza. La tecnica sarà quindi indispensabile, però come sempre il gruppo farà la differenza e così lavorando bene di squadra potremo essere la spina nel fianco delle big».

Ed ecco la fotografia che Lancellotti scatta di se stessa come giocatrice. «Non sono tanto alta – dice – ma non è indispensabile per il mio ruolo, farò di tutto per mettere le attaccanti nelle migliori condizioni e mi piace disorientare le avversarie, cioè facendo credere loro di alzare da una parte anziché dall’altra».

PSG_2019_PREE_LEAD