Arriva dalla Serbia la nuova palleggiatrice della Zanetti Bergamo. Ingaggiata Sladjana Mirkovic

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto FIVB

Di Redazione

Sarà Sladjana Mirkovic la palleggiatrice della Zanetti Bergamo per la stagione 2019-2020.

Classe 1995, 185 centimetri di altezza, 4 scudetti vinti tra Serbia, Azerbaijan e Polonia, 1 medaglia d’oro agli Europei 2017 disputati con la Serbia. Questi i numeri della palleggiatrice serba che arriva da due stagioni in Polonia, dove ha vinto uno scudetto e una coppa di Polonia sotto la guida di coach Abbondanza che ritroverà a Bergamo.

Sono molto felice di entrare a far parte della storia del Volley Bergamo – confessa dal ritiro belga di Kortrijk, dove si trova con la Nazionale serba per prendere parte alla fase a gironi della Nations LeagueHo sentito un sacco di cose belle su questo club: una grande tradizione, una buona organizzazione e tanti successi alle spalle, quindi sono molto entusiasta di indossare questa maglia. Ho avuto l’opportunità di sentirne molto parlare dai miei amici che avevano già giocato a Bergamo. Ad esempio da Jelena Blagojevic e Mina Popovic che sono mie compagne di Nazionale questa estate. Purtroppo non ho mai avuto l’opportunità di visitare la città, ma tutti ne sono entusiasti, quindi non vedo l’ora di vedere la bellezza di Bergamo e della sua gente”.

Sladjana si presenta così ai suoi nuovi tifosi. E ci spiega i suoi inizi nel mondo del volley.Faccio questo sport perché amo la pallavolo e da quasi 15 anni questo amore cresce di giorno in giorno. Ho iniziato nella mia città in Serbia e dieci anni fa mi sono trasferita a Belgrado nel club Postar. Sono rimasta per una stagione e poi sono passata al Vizura, dove ho fatto la mia principale esperienza di crescita”.

Ma non solo Serbia nella storia dell’alzatrice.Sì, c’è stato l’Azerbaijan. Un’esperienza molto bella perché ho avuto una buona squadra, in palestra e fuori. E’ stato il mio primo anno fuori dalla Serbia ed ero un po’ scettica all’inizio su come mi sarei trovata, ma tutti mi hanno aiutata a integrarmi. Poi ho trascorso due stagioni in Polonia: sicuramente è stato più facile inserirsi in un paese europeo dove la cultura è più simile a quella serba”.

E ora l’Italia e Malwina Smarzek, compagna di squadra già in Polonia, per ricomporre la diagonale che era valsa uno scudetto al Police. “E’ bello ritrovare Malwina. Abbiamo vissuto bei momenti in Polonia due anni fa. Penso che ci conosciamo bene in campo, quindi può essere solo un vantaggio per entrambe”.

Come ti descriveresti, dentro e fuori dal campo?“Penso di essere un giovane giocatore che ha ancora molto da imparare. L’esperienza fino ad ora mi ha aiutato a crescere e so che il campionato italiano continuerà ad aiutarmi. Fuori dal campo penso di essere una persona positiva. Ma preferisco che siate voi a giudicarmi, dopo che mi avrete conosciuta”.

Aspettando di averti a Bergamo, ti vedremo in campo con la maglia della Nazionale serba.“Quest’anno abbiamo 4 competizioni con la Nazionale. La Nations League è già iniziata e sono felice di avere la possibilità di giocare da titolare in questo torneo. Spero che mi aiuterà ad avere più esperienza. Cercherò di dare il mio meglio come sempre questa estate per arrivare in ottima forma a indossare la maglia della Zanetti”.

LA SCHEDA

Slađana Mirković nasce a Uzice, in Serbia, il 7 ottobre 1995. Inizia a giocare nella Superliga 2011-2012 con il Vizura, dove rimane per due stagioni. L’anno successivo vince il Campionato serbo e la Supercoppa 2013 con il Partizan di Belgrado, società che darà poi nuovamente vita al Vizura.

Mirković rimane al Vizura, vincendo per la seconda volta la Supercoppa e il Campionato serbo, oltre a conquistare la Coppa di Serbia. A coronamento di questa serie di successi arriva nel 2015 la prima convocazione in Nazionale.

Per la stagione 2015-2016 si trasferisce alla Dinamo Pančevo e l’anno dopo va a giocare in Azerbaijan con il Telekom Baku, contribuendo al primo Campionato vinto nella storia del club. Mirković si laurea pure campionessa europea con la Serbia, aggiudicandosi la medaglia d’oro al Campionato europeo 2017. Nel 2017 si trasferisce in Polonia al Chemik Police con cui vince il Campionato polacco 2018 e la Coppa di Polonia 2019.

Le sue vittorie

Con il Club
Campionato serbo: 2
2013-14, 2014-15
Campionato azero: 1
2016-17
Campionato polacco: 1
2017-18
Coppa di Serbia: 1
2014-15
Coppa di Polonia: 1
2018-19
Supercoppa serba: 2
2013, 2014

Con la Nazionale
Medaglia d’oro al Campionato europeo 2017
Medaglia di bronzo al Campionato europeo Under-18 2011
Medaglia d’argento al Festival olimpico estivo della gioventù europea 2011
Medaglia di bronzo al Campionato mondiale Under-18 2011
Medaglia d’argento al Campionato europeo Under-19 2012
Medaglia di bronzo ai Giochi europei 2015

Premi individuali
2012 – Campionato europeo Under-19: Miglior palleggiatrice
2013 – Campionato mondiale Under-20: Miglior palleggiatrice

Le sue Squadre

2011-2013 Vizura (Serbia)
2013-2014 Partizan (Serbia)
2014-2015 Vizura (Serbia)
2015-2016 Dinamo Pančevo (Serbia)
2016-2017 Telekom Baku (Azerbaijan)
2017-2019 Chemik Police (Polonia)

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_2008