La preparazione di Cremona-Lodi in vista del Trofeo dei Territori 2019. Parola ai selezionatori

LEAD_BASE_ALD
Foto Fipav Cremona Lodi

Di Redazione

Mancano poco più di due settimane all’inizio del Trofeo dei Territori – Kinderiadi, la manifestazione promossa dal Comitato Regionale Fipav Lombardia e organizzata in collaborazione con il Comitato Territoriale FIPAV di Pavia, che per l’edizione 2019 si svolgerà nel territorio dell’Oltre Po Pavese nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 giugno, mentre i lavori, per gli atleti e le atlete che rappresenteranno il Comitato Territoriale Cremona Lodi, procedono a pieno ritmo. In un mese, questo di maggio, che accanto al termine della stagione di molti tra i campionati del territorio, ha visto affiancarsi le attività di preparazione all’evento.

Un mese di lavoro intenso, con una media di tre allenamenti settimanali– racconta Leonardo Barbieri, selezionatore della squadra femminile – e una rosa allargata a 18 giocatrici tra cui selezioneremo le 13 che parteciperanno al Trofeo. Un mese che oltre a rispettare le attese, in termini di programma, ci sta dando già qualche soddisfazione: la prima cosa che abbiamo notato è quanto il livello tecnico delle atlete sia migliorato, rispetto a qualche anno fa, come si è visto chiaramente anche durante il torneo interno a quattro squadre organizzato nelle settimane scorse. E di questo va dato merito ad allenatori e società, al grande lavoro che stanno facendo. Senza dimenticare la grande disponibilità nel concederci giocatrici e spazi per gli allenamenti. In un ambiente così non possiamo che immaginare di crescere, migliorare. Pur sapendo che alla manifestazione che ci attenderanno sfide con delle vere e proprie corazzate, partiamo con una squadra di discreto livello, che rappresenta molto bene il territorio, grazie all’apporto di atlete di 5 o 6 società, di ragazze che si stanno conoscendo e di un gruppo che si sta piano piano cementando. Un gruppo d’esperienza, data la presenza di una giocatrice che ha partecipato all’edizione dello scorso anno e due che hanno partecipato ai lavori con il gruppo allargato, ma anche un gruppo nuovo, vista la presenza di tante giocatrici alla prima esperienza. Ragazze che stanno mettendoci, tutte, molta passione e impegno, vivendo questo appuntamento come un’opportunità importante.

Tutti all’opera, anche in casa maschile, come racconta il selezionatore Massimo Piazzi. Al lavoro solo da una ventina di giorni, per motivi indipendenti dalla nostra volontà, ma già con la squadra che sarà in campo durante le giornate del Trofeo dei Territori. Siamo partiti carichi, desiderosi di far bene. Stiamo lavorando per trovare l’assetto della squadra e studiando la miglior formazione da mettere in campo per esprimersi al meglio. La scorsa domenica abbiamo avuto l’occasione di assaggiare il terreno di gioco, in una amichevole contro la rappresentativa locale di Pavia, organizzatrice dell’evento. Un momento importante per misurarci e confrontarci con una squadra dai medesimi impegni e obiettivi, per raccogliere alcune risposte e trovare conferme, come è stato, a precise richieste fatte ai giocatori riguardo alcuni aspetti tattici. Ora vedremo di far fruttare questi ultimi giorni che ci separano dalla manifstezione per prepararci al meglio e per affilare i coltelli”. Sorride Piazzi. “Siamo consapevoli del nostro livello e del fatto che ci dovremo confrontare con realtà più preparate e attrezzate di noi, ma questo non ci spaventa, e nemmeno compromette il percorso preparatorio. Per ora i segnali sono tutti positivi: personalmente sono contento della selezione operata e posso dire di aver già visto cambiamenti e miglioramenti in questo gruppo formato da ragazzi del 2004, alle prese dunque con l’ultima occasione per partecipare a un evento che hanno vissuto nella sua scorsa edizione e con metà della squadra formata invece da atleti più giovani, selezionati seguendo la logica di un’ottica futura.

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD