Italia sull’altalena: domina, soffre e batte la Polonia in volata

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto FIVB

Di Redazione

Un’Italia dai mille volti porta a casa, non senza soffrire, la prima vittoria nella Volleyball Nations League femminile. L’esordio a Opole vede le azzurre dominare per due set sulle padrone di casa della Polonia, per poi farsi rimontare e raggiungere sul 2-2. Anche il tie break è in altalena: la nazionale di Mazzanti non sfrutta un largo vantaggio (7-3) e si fa riprendere sull’8-8, ma alla fine si impone sul 17-15 dopo una lunga battaglia.

Con quella di stasera, sommata alle otto della scorsa edizione, salgono a nove le vittorie consecutive nella Volleyball Nations League per le azzurre. Tra le file italiane Indre Sorokaite ha confermato le buone cose fatte vedere nel torneo di Montreux. Prezioso il contributo di Lucia Bosetti, determinante anche a muro, così come di Sarah Fahr: ottime le sue percentuali in attacco.

Nel match serale il ct azzurro ha schierato come formazione iniziale: Malinov in palleggio, opposto Sorokaite, schiacciatrici Bosetti e Pietrini, centrali Fahr e Alberti, libero Parrocchiale.          
Nel primo set l’Italia è subito partita forte, Indre Sorokaite ha guidato l’attacco azzurro, mentre la Polonia ha provato a rispondere con Smarzek (12-9). Azione dopo azione la nazionale tricolore ha aumentato il ritmo, evidenza Fahr e Bosetti, mettendo in grossa difficoltà le padrone di casa (15-10). Il ct polacco si è giocato anche la carta Wolosz, ma le ragazze di Mazzanti non hanno mollato la presa (bene il muro) e si sono involate verso un perentorio 25-15.

Più equilibrata la seconda frazione: le vice campionesse mondiali hanno tentato più volte di prendere il comando, ma la Polonia è rimasta a contatto (7-7). Il servizio azzurro ha creato diversi problemi alle padrone di casa, mentre l’attacco non è stato così preciso come nel primo set (14-11). Le due squadre hanno viaggiato appaiate sino al (16-16), momento in cui l’Italia ha trovato un buon break (19-17), vanificato dall’efficace fase a muro delle polacche (19-19). La parità è stata rotta ancora dall’Italia, un’ispirata Sorokaite ha spinto avanti le compagne e al resto ci ha pensato il muro tricolore, 2 quelli a firma Lucia Bosetti (25-22).

Diverso il copione del terzo set, l’Italia è calata di ritmo e ha commesso diversi errori, permettendo alla Polonia di allungare (12-15). Le azzurre hanno perso brillantezza in attacco, al contrario della formazione di casa che ha sfruttato il momento favorevole (13-17). Nel finale l’Italia ha perso ulteriore terreno, dovendo cedere (18-25).

Motivata dal parziale vinto, la Polonia al rientro in campo ha spinto subito sull’acceleratore e l’Italia ha accusato il colpo (4-7). Le azzurre hanno faticato a trovare ritmo e così le avversarie ne hanno approfittato per guadagnare un vantaggio consistente (12-17). La nazionale tricolore, dentro Villani per Pietrini, ha dato segnali di ripresa, senza tuttavia riuscire a riaprire il set (21-25).

La scossa azzurra è arrivata nel tie-break: dopo poche azioni le ragazze di Mazzanti hanno allungato in maniera decisa (5-1), ma la Polonia non si è arresa e prontamente ha cancellato il gap (8-8). Il finale è stato caratterizzato da un serrato botta e risposta, al termine del quale le azzurre l’hanno spuntata al terzo match-point (17-15).    

Domani alle 17.30 la seconda partita della pool contro la Thailandia, che al debutto ha superato la Germania per 3-0. L’incontro sarà visibile, anche dal territorio italiano, sulla piattaforma streaming Volleyball TV, che trasmetterà a pagamento tutti gli incontri della Volleyball Nations League maschile e femminile.

Polonia-Italia 2-3 (15-25, 22-25, 25-18, 25-21, 15-17)
Polonia: Alagierska 6, Witkowska ne, Kakolewska 12, Stenzel (L), Stysiak 1, Efimienko-Mlotkowska 2, Bociek, Maj-Erwardt (L), Wolosz 3, Grajber 7, Medrzyk 18, Smarzek 28, Rozanski, Plesnierowicz. All. Nawrocki.
Italia: Sorokaite 27, Alberti 8, Malinov 6, Orro, Fahr 13, Pietrini 18, Nwakalor, Bosetti L. 14, Botezat ne, Parrocchiale (L), De Bortoli ne, Nicoletti 1, Villani 2. All. Mazzanti.
Arbitri: Gerothodoros (Grecia) e Oleynik (Russia).

(fonte: Comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD