Presentate a Trento le Finali nazionali Crai Under 13 3×3: nel weekend i campioni di volley del futuro in scena a Cavalese

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Studio Atesina Comunicazione

Di Redazione

La macchina organizzativa corre veloce, per preparare tutto in vista del via ufficiale delle Finali nazionali Crai Under 13 3×3 ospitate dal Trentino. Giovedì sera l’inaugurazione a Cavalese, in val di Fiemme, venerdì e sabato le due giornate di gare per le 28 squadre ai nastri di partenza ed a caccia di un posto nella finalissima di domenica.

Questa mattina, negli spazi di Trentino Marketing in via Romagnosi a Trento, si è tenuta la presentazione ufficiale di queste Finali nazionali Crai Under 13 3×3. «Dopo un grande evento come il Trofeo delle Regioni 2017, ospitato in Vallagarina, torniamo ad organizzare un appuntamento nazionale – ha spiegato Massimo Dalfovo, presidente del Comitato Regionale Trentino della Federazione Pallavolo – ed ospitiamo un evento fra i più belli che ci sia in Italia. Perché chiaramente a tutti quanti noi piace l’alto livello, ma vedere tutti questi giovanissimi in campo giocare al massimo ed impegnarsi è molto significativo».

Circa 200 i giovanissimi pallavolisti che giungeranno in Val di Fiemme, cui aggiungere poi genitori ed accompagnatori al seguito. Per molti di loro sarà la prima, vera, occasione di conoscere il Trentino e la Val di Fiemme. «Parlando di sport giovanile con me sfondate una porta aperta – ha aggiunto Roberto Failoni, assessore provinciale allo sport, commercio e turismo – l’abbandono giovanile dello sport è uno dei temi a me più cari. Siamo molto vicini alla Federazione ed alle sue attività, ancora di più queste che possono coinvolgere in modo attivo tanti giovanissimi e far conoscere questo angolo di Trentino a tantissime persone di tutte le regioni».

«Il connubio fra sport e turismo – gli ha fatto eco Maurizio Rossini, amministratore unico di Trentino Marketing – è sempre più una via principale per far conoscere all’esterno il nostro territorio e le nostre eccellenze. Portare qualche centinaia di persona in val di Fiemme, in questo periodo, è un volano importante per Cavalese e per tutto il territorio. Si può unire l’importanza dell’evento sportivo a quella della scoperta del nostro Trentino».

I membri del Comitato e gli inesauribili volontari hanno già allestito lo Stadio del Ghiaccio di Cavalese per questo evento. Montando sette campi da volley 3×3, di dimensioni ridotte rispetto a quello tradizionalmente riservato alla pallavolo, dove venerdì e sabato ci si darà sportiva battaglia verso il titolo italiano. «Bello che il nostro territorio dopo le nazionali maggiori possa ora ospitare un appuntamento di questo genere riservato al volley giovanile – ha detto Paolo Gilmozzi, assessore allo sport del Comune di Cavalese – il nostro palaghiaccio è già diventato una grande arena e parlando con la Fipav stanno venendo fuori idee molto interessanti. Come, ad esempio, stiamo parlando di trovare il modo di posizionare una rete da pallavolo in alcune piste da sci, così da praticare anche lo snow volley invernale fra una discesa e l’altra sulla nostra neve».

Ai nastri di partenza 28 formazioni in arrivo da tutta Italia. Le squadre campionesse regionali di categoria e le sette seconde classificate in quelle Regioni che, per ranking, sono in vetta alle classifiche Under 13 3×3. Ovvero Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria, Campania, Marche ed Abruzzo. Il saluto della Federvolley nazionale è stato poi portato dal consigliere, Pino Mazzon. «Giusto che tutte le regioni e le rispettive scuole pallavolistiche siano rappresentati in una finale nazionale – ha detto – con il Molise che ha le medesime chance di vincere della Lombardia. All’opera in queste finali vedremo ragazzi che fra qualche anno potremo ritrovare in SuperLega oppure in campionati minori, ma che vivranno un’esperienza unica come quella di una finale nazionale lontani da casa. La Fipav è forse l’unica federazione che lascia così tanta autonomia ai propri territori, affinché i dirigenti possano crescere ed affinché si riesca a coinvolgere attivamente un territorio in un evento. Proprio come con queste Finali nazionali Crai Under 13 3×3».

Parole di apprezzamento per il lavoro svolto dalla Fipav e dagli organizzatori di queste finali anche da Paola Mora, presidente del Coni Trentino. «Complimenti alla Fipav soprattutto per come riesce a guardare all’intero suo movimento – ha spiegato – dall’eccellenza fino ai più piccoli. Se siamo la provincia più sportiva d’Italia lo dobbiamo anche ai 120 mila volontari che ogni anno si attivano per prestare il proprio servizio alla comunità ed alle società sportive del territorio».

Volontari già all’opera per garantire la buona riuscita di queste finali nazionali. A rappresentare il Trentino ci sarà poi la squadra di categoria della Pallavolo C9 Arco Riva, laureatasi campione regionale nelle scorse settimane. Così come qualche anno fa un giocatore che attualmente milita nel settore giovanile di Trentino Volley, ovvero lo schiacciatore Francesco Leoni. Che si laureò campione d’Italia con la sua Genova nella seconda edizione di queste finali nazionali. «Ricordo bene tutto di quella esperienza – ha commentato Leoni – certo con piacere anche la vittoria finale, ma più del risultato positivo in sé ricordo le serate con i compagni di squadra, le amicizie che ho fatto ed i nuovi incontri con ragazzi di tutta Italia. Per un ragazzo di quell’età queste finali nazionali rappresentano soprattutto un’esperienza di vita che si porteranno poi per sempre con sé».

Il programma e tutti i contenuti sono a disposizione sul sito internet www.finalivolleycrai.it

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE