Caserta VolAlto davvero: la vittoria su un’indomita Orvieto vale la A1

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

La Golden Tulip VolAlto Caserta batte la Zambelli Orvieto 3-1 (25-20, 23-25, 25-22, 25-22) ed è promossa in Serie A1.

Le due squadre migliori di questi play off si affrontano in una serie di finale combattuta e incerta: vince Caserta che ha il merito di commettere meno errori nelle fasi decisive della partita e di attaccare con grande intensità per tutta la partita costringendo la Zambelli Orvieto, splendida squadra, a inseguire quasi sempre.

Il PalaVignola è gremito: milleduecento persone nel piccolo impianto, il terzo per ordine di grandezza a Caserta, con tante persone arrivate non solo dall’Umbria ma un po’ da tutta la Campania. Golden Tulip certamente più convinta nel modo in cui entra in partita, con grande cattiveria: Zambelli frastornata dall’avvio delle padrone di casa che si prendono quattro punti di vantaggio (13-9) poi li perdono quasi tutti e se li vanno a riconquistare con gli interessi grazie a una Matuzkova che offre tutto il suo repertorio sulle palle pesanti, ma addirittura anche qualche pallonetto. Si chiude 25-20 con il PalaVignola che ondeggia sul ritmo dei tifosi di casa che saltano.

La Zambelli sale notevolmente di livello nel corso del secondo set soprattutto sull’onda di De Cortes che incide pesantemente sul match con numerosi attacchi efficaci: meno puntuale la ricezione di Caserta che perde qualcosa anche a muro. In una lunga ed estenuante fase punto a punto è proprio a muro che Orvieto mette a terra due palloni decisivi (Montani e Ciarrocchi) prendendosi un minibreak che vale il set (23-25).

Indipendentemente dal percorso della stagione, sia in regular season che nella fase a play off le squadre dimostrano ampiamente di essere degne della massima serie.

Il terzo set è davvero strepitoso: squadre incollate, break strettissimi e percentuali che denotano fasi di supremazia davvero minima. La VolAlto prova due volte a scappare e per due volte le tigri rispondono in modo rabbioso: il finale è una lotteria. Caserta avanti di due punti, raggiunta, poi si presenta al 23-22 per quelli che sono gli scambi più belli del match. Sarà un segnale ma se li prende Caserta, prima con un muro strepitoso di Laura Frigo su Mila Montani e poi, dopo uno scambio interminabile caratterizzato da tre salvataggi sofferti di Orvieto, con il solito violentissimo attacco in diagonale di Matuzkova (25-22).

Il quarto set, se possibile, è ancora più equilibrato dei precedenti: i break sono piccoli e brevissimi, le squadre si equivalgono e giocano molto sul cambio palla. Fino al 18-18 nulla sembra poter rompere questa stasi ma Caserta – con il primo vero break del set – si stacca. Arrivano tre punti pesantissimi che portano Caserta sul 21-18. Le tigri non mollano, recuperano un punto, poi due, si portano sul 22-20 e provano a giocarsi il finale punto a punto. Ancora una volta sono i dettagli a fare la differenza: una ricezione lunga di Orvieto regala a Caserta quattro match point che valgono il campionato, messo a terra da Terri Matuzkova che si prende la responsabilità di tutti gli attacchi decisivi.  E poi è sempre Terri a piegare le mani della difesa avversaria con un attacco di potenza devastante. Caserta è in A1 al termine di un anno caratterizzato da alti e bassi ma che è finito in un grande crescendo; la Zambelli Orvieto esce a testa altissima e con grande dignità. Le immagini che ci piacciono di questo sport: nel saluto a rete il tecnico di Orvieto Solforati varca la linea del campo e stende la mano prima di tutti gli altri alle giocatrici avversarie. Due squadre che non avrebbero sfigurato nel campionato di A1 della prossima stagione. Stavolta tocca a Caserta ma Orvieto ha tutte le basi per cominciare a pensare al salto di categoria già da domani.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – ZAMBELLI ORVIETO 3-1 (25-20 23-25 25-22 25-22)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Cella 6, Repice 7, Dalia 1, Melli 14, Frigo 16, Matuszkova 22, Maggipinto (L), Ghilardi. Non entrate: Trevisiol, Giugovaz, Fucka. All. Nesic.

ZAMBELLI ORVIETO: Ciarrocchi 11, Decortes 13, Bussoli 10, Montani 14, Prandi 2, D’Odorico 12, Cecchetto (L). Non entrate: Venturini, Mucciola, Kantor, Quiligotti (L), Angelini. All. Solforati.

ARBITRI: Mattei, Guarneri.

NOTE – Durata set: 24′, 26′, 29′, 29′; Tot: 108′.

LEADERBOARD_GPCAR_2008