L’Olimpia Teodora alla ricerca di una palleggiatrice esperta. Balboni, Dalia e Valpiani nel mirino

Sandlovers_LEADERBOARD
Ufficio Stampa Vero Volley

Di Redazione

Procede spedito il mercato dell’Olimpia Ravenna (A2 Femminile) per la prossima stagione. Dopo la scelta di coach Bendandi la società sta cercando di allestire un roster giovane ma allo stesso tempo competitivo. Come riportato oggi dal “Corriere di Romagna“, la dirigenza sta cercando di portare a Ravenna una palleggiatrice esperta, pescando anche dalla massima serie.

La “rivoluzione” in casa Olimpia Teodora non si è conclusa con l’arrivo sulla panchina della Conad di Simone Bendandi e la nomina di Mauro Fresa al ruolo di direttore tecnico, ma con ogni probabilità proseguirà con un clamoroso ritorno, quello di Giorgio Bottaro. Ravenna-Bottaro Ravennate doc, a più di vent’anni di distanza dalla sua precedente esperienza il dirigente dovrebbe infatti diventare il nuovo direttore generale della società biancorossa.

Lavori in corso. Confermate la schiacciatrice Bacchi, la centrale Torcolacci e il libero Rocchi, gran parte delle altre giocatrici saranno lasciate libere, compresa Gioli, che non aveva fatto mistero di voler restare. Si punta ad un organico formato da elementi per lo più giovani, eccetto il ruolo di palleggiatrice, dove potrebbe arrivare una tra Beatrice Valpiani (da Mondovì), Martina Balboni (da Monza) e Ludovica Dalia (da Caserta).

Giovanissima e promettente sarà l’opposto (Mendaro è tornata a Cuba), proveniente dalla Serie B, come tra l’altro la banda classe 2001 Rebecca Piva, che però interessa anche al Club Italia. Se al centro servono due giocatrici, è in particolare in posto 4 che i dirigenti stanno concentrando le loro attenzioni: una schiacciatrice sarà straniera (in crescita le quotazioni della spagnola Maria Priscilla Schlegel, fino ad aprile a Mondovì), un’altra, italiana, potrebbe essere l’esperta Serena Moneta (da Cutrofiano).

Spalding_Leaderboard