Polisportiva Salerno Guiscards, il team volley saluta i play off tra gli applausi della Palestra Senatore

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC
Fonte ufficio Stampa Polisportiva Salerno Guiscards

Di Redazione

Il grande applauso di una Palestra Senatore davvero stracolma di tifosi ed appassionati ha chiuso la stagione del team volley della Polisportiva Salerno Guiscards sconfitto anche in gara 2 della semifinale dei play off del campionato di Serie C femminile dall’Energa Olimpia Volley San Salvatore Telesino. La squadra sannita vola in finale, ma le ragazze del presidente Pino D’Andrea e tutto lo staff vanno davvero solo applauditi ed elogiati per una stagione emozionante e sorprendente, culminata con una qualificazione storica agli spareggi per la promozione in B2.

Rispetto al match di sabato scorso, in casa Guiscards c’è la novità Truono come libero, tutto confermato invece in casa sannita. Dopo i brividi di Gara 1, l’Olimpia Volley, autentica corazzata del campionato, parte subito forte nel primo set, 1-5. Con pazienza le foxes tornano a meno uno, ma il servizio di Nina, prima e di Armonia, dopo spezza l’equilibrio. Le ospiti scappano via approfittando di troppi errori di marca salernitana e chiudono il set 14-25.

Nel secondo set Rosita Sabato sale in cattedra e la Salerno Guiscards riesce a recuperare l’iniziale svantaggio trovando la parità a quota 5. Le ospiti allungano nuovamente ma le foxes iniziano a giocare bene e con i punti di Rossin e Losasso tornano a meno uno sul 13-14. Non c’è molta continuità e sono diversi gli errori: così l’Olimpia piazza un nuovo allungo e va a chiudere il secondo set 17-25.

Nel terzo set partenza super delle ospiti che vanno subito 2-7. La Salerno Guiscards con Sacco in campo al posto di Izzo ha la forza di reagire e torna a meno 1. Ancora una volta però l’accelerata ospite è devastante. Quando il tabellone della Senatore segna 12-19 arriva l’ultimo sussulto delle ragazze care al presidente D’Andrea che tornano addirittura a meno 3, 19-22. L’Olimpia però non si distrae e chiude 19-25, conquistando l’accesso alla finalissima play off.

Tra le protagoniste della partita sicuramente Rosita Sabato, top scorer: «Raggiungere i play off è stato un traguardo importante, considerato che a settembre eravamo probabilmente tra le meno quotate. Il nostro segreto è stato sicuramente il gruppo. La mia annata? Credo sia stata positiva ma io sono sempre del parere che si può sempre migliorare».

«Purtroppo, è finita qui – ha commentato la palleggiatrice Laura D’Auria –. C’è il rammarico di non aver disputato la partita perfetta che sarebbe servita per battere l’Olimpia che ha vinto meritatamente. Ci abbiamo provato fino alla fine. Per me è stata una stagione indimenticabile, sono stata benissimo, un anno fantastico, questa per non è una squadra ma è una seconda famiglia».

Infine, il bilancio di coach Francesco Tescione: «E’ stato un lungo crescendo, abbiamo creato entusiasmo, le ragazze sono state fantastiche a rendere possibile una serata come questa. Resta un po’ di rammarico per i primi due set di Gara 1 ma è più grande la soddisfazione per quanto abbiamo fatto durante l’anno. Complimenti all’Olimpia ma soprattutto alla mie: non eravamo partiti per arrivare ai play off, ma l’impegno e il lavoro hanno reso possibile tutto questo come giocare davanti a una cornice di pubblico spettacolare a dimostrazione che quando le società s’impegnano e si fanno le cose per bene le palestre si riempiono».

SALERNO GUISCARDS-OLIMPIA VOLLEY 0-3 (14-25, 17-25, 19-25)

SALERNO GUISCARDS: D’Auria 2, Lanari 1, Rossin 2, Sabato 8, Losasso 7, De Matteo, Izzo 2, Sacco, Sergio, Verdoliva, Truono (L). All Tescione

OLIMPIA VOLLEY: Piscitelli, Pellegrino, Rossi, Matarazzo, Simeone, Lamparelli, Nina, Grillo, Armonia, Filippelli, Troncone, Sposito (L). All. Borghesio

ARBITRI: Reynaud e Ciamminelli di Casoria.

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard