Monza, ridotta a quattro giornate la squalifica a Santiago Orduna

LEAD_BASE_ALD
Foto Ufficio stampa Vero Volley Monza

Di Redazione

La sentenza tanto attesa è finalmente arrivata: ridotta da 8 a 4 giornate la squalifica a Santiago Orduna, il palleggiatore del Vero Volley Monza sanzionato duramente dal Giudice Sportivo per la bagarre al termine della sfida dei quarti di finale Play Off tra i monzesi e Perugia.

La Corte d’Appello Sportiva, che contestualmente ha anche annullato le due giornate di squalifica inflitte a Donovan Dzavoronok, ha di fatto sconfessato l’ipotesi dello sputo di Orduna ad Atanasijevic, che aveva scatenato la reazione dei giocatori della Sir.

Nella sentenza si rileva infatti che il primo arbitro della gara “ha dichiarato da un lato di non avere certezza che Orduna abbia effettivamente indirizzato uno sputo verso l’atleta Atanasijevic (avendone avuto solo ‘l’impressione’) e, dall’altro, che l’ammissione di colpa e le scuse presentate dopo la gara, mai ricondotte all’episodio dello sputo, erano state invece relazionate dall’Orduna ai soli comportamenti qui sopra descritti (ossia un ‘comportamento provocatorio e ingiurioso’, n.d.r.) proprio perché da lui per primo ritenuti scorretti e sconvenienti“. La Corte aggiunge che la ricostruzione alternativa dei fatti offerta dal’atleta e dalla società trova riscontro anche nei filmati, e perciò la sanzione deve essere ridotta “ad equità“.

Per quanto riguarda Dzavoronok, si parla di un confronto “solo verbale” con gli avversari: “Né dal rapporto del primo arbitro né dai video sopra citati emerge alcun tentativo di aggressione“.

Il Presidente del Volley Milano Alessandra Marzari ha espresso la sua soddisfazione per il pronunciamento della Corte: “Sono contenta di come si è conclusa la situazione di Dzavoronok. Credo che dall’annullamento della sanzione si evinca come il fatto non sia accaduto. Per quel che riguarda Orduna, la sentenza parla da sé“.

La decisione della Corte d’Appello potrebbe avere importanti ricadute sul mercato: sfumate una dopo l’altra le possibili alternative, non è escluso a questo punto che Monza scelga di confermare il palleggiatore argentino di passaporto italiano, andando alla ricerca di una soluzione interna per le prime quattro giornate di campionato.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE