Volley Potentino, il dg Muzi: “La nuova categoria equivale alla vecchia A2”

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Foto di Fabiano Rossi

Di Redazione

Il dg biancazzurro Carlo Muzi mette le cose in chiaro e stila un bilancio più che positivo del Campionato 2018/19 per il Volley Potentino. Un torneo passato per il sesto posto della GoldenPlast Potenza Picena in Regular Season e chiuso dallo stop in Semifinale dei marchigiani con la Kemas Lamipel S. Croce ai Play Off A2 Credem Banca. Una beffa all’ultimo step che escluderà il team da una A2 rivisitata come “categoria cuscinetto” tra l’elite della SuperLega e la new entry dell’A3, categoria a 24 squadre divise in due gironi: 14 team riclassificati dall’attuale A2, le 2 ultime piazzate nella Regular Season di A2 e 8 promosse dalla Serie B.

Dg Carlo Muzi: “Il Volley Potentino prenderà parte alla nuova categoria per via della riforma della Serie A e non per altre ragioni, non si tratta di una retrocessione. Probabilmente una dicitura “A2 Silver” sarebbe stata più consona. Semmai, sono le squadre che disputeranno la prossima A2 a fare uno scatto in avanti verso una sorta di “A2 Gold”, visto che la categoria, a sole 12 squadre, sarà più impegnativa, richiederà fideiussioni importanti e impianti con maggiore capienza. La nostra è stata una stagione eccezionale perché la squadra di giovani talenti è partita in sordina per poi crescere alla distanza e maturare lanciando emergenti di spessore. Lo staff tecnico ha svolto un lavoro egregio. I giocatori nel roster si sono resi protagonisti di un girone di ritorno strepitoso e agli spareggi sono arrivati fino all’ultimo ostacolo. Il rammarico è quello di non aver giocato al top i due match decisivi con Santa Croce, ma situazioni del genere sono tappe quasi obbligate per la crescita dei giovani. Noi li forgiamo per renderli buoni atleti in Serie A e ci siamo già tolti belle soddisfazioni. Non è un caso che il ct Blengini abbia appena convocato in Nazionale numerosi atleti con trascorsi in biancazzurro. Stiamo realizzando con successo da anni i nostri progetti in Serie A e continueremo a farlo in futuro per evolverci ancora”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC