Il Pagellone di Paolo Cozzi – Leon semplicemente perfetto, Sokolov l’ultimo ad arrendersi

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Foto Lega Pallavolo Serie A

Di Paolo Cozzi

Perugia impone ancora una volta in questi play off la legge del PalaBarton, e lo fa in una maniera secca, spietata, rimandando Civitanova a casa con tanti dubbi e poche certezze. Perugia sovrasta i marchigiani in tutto,dagli ace ai muri fatti, passando per la percentuale di attacco e quella di ricezione.

Straordinari gli umbri a sfruttare i 4000 tifosi e a farsi contagiare dalla loro voglia di vincere, ma al secondo buco nell’acqua in tre partite, fa molto più rumore il sonoro ceffone subito dalla Lube, che non riesce minimamente a reagire alla potenza fisica umbra e si smarrisce in fretta nel tentativo di proporre lo stesso un gioco spinto all’inverosimile, anche con ricezione in palese difficoltà.

Da segnalare nelle file umbre che in due, Leon e Atanasijevic, attaccano ben oltre il 70% dei palloni della loro squadra.

Ma veniamo alle pagelle del match.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Leon voto 9,5. Semplicemente perfetto in attacco e battuta, si vede che le critiche in settimana lo hanno spronato e caricato a puntino. Ad un Leon così si possono anche perdonare i problemi in ricezione, quello che mi è piaciuto di più è che sembra finalmente “sceso dal suo piedistallo” ed essersi messo a giocare per la squadra, divertendosi ed interagendo di più con i compagni in campo. SUPERBO

De Cecco voto 9. Decide di chiudere in fretta la pratica di gara 3 e si appoggia con costanza ai suoi bomber d’alta quota alternando sapientemente il gioco al centro e la pipe. Con la ricezione che lo agevola, è davvero impossibile riuscire ad anticipare e decifrare le sue alzate. MAGICO

Atanasijevic voto 9. Prova tutto cuore per lui, che fra le mura amiche trova sempre energie e motivazioni extra. In battuta trova serie importanti, in attacco angoli impensabili e una prestazione quasi perfetta. Davvero bello vederlo giocare così. EFFICACE

Lanza voto 8. Può sembrare abbia giocato una partita un po’ in ombra; in realtà insieme a Colaci puntella la ricezione e permette a De Cecco di liberare il suo estro, e anche in attacco, seppur poco servito rimane lucido e positivo. UOMO EQUILIBRIO

Podrascanin voto 7,5. In attacco non è servitissimo e si prende due muratone secche, ma è a muro che il Potke decide di erigersi a protagonista ed alza una barriera invalicabile, che ferma ed innervosisce gli schiacciatori marchigiani. PREZIOSO

Galassi voto 5. Ha davanti la grande occasione di giocare una finale scudetto, la sensazione è che la veda passare vicino senza riuscire ad afferrarla, poco presente negli schemi d’attacco e leggerino a muro.   RIVEDIBILE

Colaci voto 8,5. Altra grande prova del libero della nostra nazionale che sulla parallela di Sokolov difende facile come se arrivassero caramelle anziché missili, ed è sempre lucido nel gestire tutte le situazioni in seconda linea. CALAMITA

CUCINE LUBE CIVITANOVA

Sokolov voto 7,5. E’ l’unico dei suoi che ci prova fino alla fine, ma questa volta è l’unico a predicare nella sua metà campo. Un po troppo sbaglione, un paio di volte si fa prendere da troppa foga sparacchiando palle poco precise. Meglio a muro, dove è come sempre molto pericoloso. GIGANTE BUONO

Juantorena voto 5. Giornata complicata per Osmany, che specie nel terzo set da l’impressione di essere in grossa difficoltà soprattutto in ricezione. Strano, davvero strano per un fuoriclasse come lui andare cosi in difficoltà senza trovare una soluzione. SPAESATO

Leal voto 4,5. Continua a essere l’ago della bilancia di Civitanova, ma stavolta lo è in senso completamente negativo. In attacco chiude con un mesto 15%, in ricezione viene pungolato e infilzato da ogni direzione… Da recuperare completamente per Gara 4. IMPALPABILE

Bruno voto 5. Non è facile essere il palleggiatore di una squadra che riceve male e non riesce a trovare guizzi in attacco. Lui ci prova a forzare il gioco e a smarcare, ma trova risposte positive solo dai centrali. Resta sempre la sensazione che in certe occasioni dovrebbe rallentare il gioco e preferire la precisione alla velocità. MARATONETA

Stankovic voto 6. Non gli riesce il miracolo di Gara 2, ma con il suo atteggiamento cerca sempre di spronare i suoi compagni a non mollare.CAPITANO

Cester voto 6. Bene in attacco, si fa trovare pronto anche su due ricezioni corte, ma fermare gli attaccanti perugini ieri sembrava davvero una impresa. INCOLPEVOLE

Simon voto 7. Entra a partita in corso e sfoga tutta la sua rabbia sul taraflex umbro. Ma un centrale in partite come quella di ieri può davvero poco.RABBIOSO

Balaso voto 6,5. Civitanova per sopperire alle difficoltà in attacco avrebbe bisogno del Balaso super di Gara 2, ma anche lui sbanda sotto la grandinata di servizi dei perugini, pur riuscendo a limitare i danni e a farsi apprezzare per un paio di difese importanti. REGOLARE

CesareSimbari voto 9. Partita non facile sulla carta per la coppia arbitrale, dopo le polemiche seguite a gara 2. Sono invece molto bravi a trasmettere sicurezza e tranquillità ai giocatori, a cercare il dialogo senza supponenza e a usare i cartellini come giusto avviso.

Sandlovers_LEADERBOARD