Belgio, il fattore campo non conta; Roeselare di nuovo vincente in esterna

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto: Knack Roeselare FB

Di Redazione

Se in Germania tutte le finali sono state dominate dal fattore campo, in Belgio tutte le partite sono state caratterizzate da vittorie esterne e per la seconda volta il Knack Roeselare è andato a espugnare il flex del Greenyard Maaseik e anche questa volta, come in gara #2, la partita si è chiusa al quinto set: 2-3 (33-35, 25-27, 25-17, 25-23, 12-15). Ai padroni di casa non bastano cinque uomini in doppia cifra e i 28 punti di Cox: Fasteland è dominante a muro (sei punti) con Tuerlinckx, MVP e 24 punti e Verhanneman, 25, decisivi nella fase finale della gara.

Confermata la pessima prognosi per Ruben Van Hirtum, la stagione dello schiacciatore del Knack e della nazionale belga è finita in gara #3 con una frattura di tibia e femore aggravata da una lesione al menisco. Il giocatore, operato, rientrerà se tutto andrà bene alla fine dell’anno.

Gara #5 diventa a questo punto decisiva: ammesso che il fattore campo abbia ancora un valore sarà il Knack Roeselare a ospitarla, sabato alle ore 20.30. Il Noliko, la squadra belga più scudettata, difende il suo quindicesimo titolo. Il Knack punta al suo dodicesimo campionato, il sesto in sette anni.

(Fonte: Euromillionsvolleyleague.be)

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC