Civitanova spegne Perugia a suon di ace e rimette in parità la Finale Scudetto

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Lega Pallavolo Serie A

Di Redazione[

Torna in parità la serie decisiva per lo scudetto: con una prova di grande carattere la Cucine Lube Civitanova si impone per 3-1 sulla Sir Safety Conad Perugia e riscatta all’Eurosuole Forum la netta sconfitta di Gara 1. La squadra di De Giorgi parte benissimo con un primo set dominato, ma la chiave è il secondo, in cui i cucinieri risalgono dal 12-20 con un break di 7-0. La rimonta non va in porto, ma la Lube dimostra di esserci: con Stankovic protagonista la squadra marchigiana rimedia a un brutto inizio anche nel terzo parziale (dal 14-18 al 20-20) e si porta a casa con autorità quarto set e partita.

Tra i fondamentali chiave per la vittoria di Civitanova c’è sicuramente il servizio, con 12 ace messi a segno contro i 7 di Perugia: esemplare il turno di battuta di Sokolov che chiude la partita. La Lube, però, fa molto meglio anche a muro (pure qui 12-7) e in attacco, con il 58% di squadra: Leal (20 punti) e Juantorena (13) tra i migliori insieme al bulgaro. Troppi invece gli errori di Perugia (ben 10 in attacco), che continua a soffrire lontano dalle mura amiche: serataccia per Atanasijevic e Lanza, si salvano Leon – top scorer con 21 punti – e Podrascanin.

Mercoledì 8 maggio alle 20.30 si tornerà in campo per Gara 3 al PalaBarton di Perugia.

1° SET – Nessuna novità nei sestetti di partenza. La Lube si presenta con Bruno in regia, Sokolov opposto, Cester e Simon al centro, Leal e Juantorena schiacciatori, Balaso libero; risponde la Sir con la diagonale De Cecco-Atanasijevic e poi Podrascanin e Ricci centrali, Leon e Lanza in posto 4 e Colaci libero. Avvio di partita equilibrato (6-5) e con tanti errori, soprattutto in battuta. Proprio il servizio però regala a Civitanova il primo break: ace di Bruno e muro di Sokolov per il 10-7. Perugia accorcia le distanze con Leon (13-12); Juantorena però lo mura e poi colpisce anche in attacco (17-13), costringendo Bernardi a fermare il gioco. Al rientro in campo Bruno, ancora a muro, sigla il più 5; un vantaggio che la Lube gestisce senza problemi (22-17) arrivando al match point sull’ace “sporco” di Sokolov (24-18). Al secondo tentativo Juantorena chiude il parziale.

2° SET – La reazione perugina è micidiale: due errori della Lube e un muro di Ricci portano il punteggio sullo 0-3, il servizio di Atanasijevic porta in dote un ulteriore allungo (1-6). Anche Lanza approfitta del momento di confusione di Civitanova (3-9) e Juantorena non passa contro Atanasijevic: 5-12. La battuta di Osmany aiuta i cucinieri a rientrare (9-13), ma Atanasijevic e Ricci tengono saldamente avanti la Sir (10-17). Dal 12-20 la Lube prova in extremis a risollevarsi con il triplo cambio di De Giorgi, che getta nella mischia D’Hulst, Cantagalli e Stankovic: la mossa funziona e genera un eclatante parziale di 7-0 sulla battuta del belga, malgrado i due time out chiesti da Bernardi. Podrascanin interrompe la rimonta (19-22), la doppia di Stankovic regala due set point (22-24) e Leon rimette la gara in parità.

3° SET – De Giorgi conferma Stankovic in sestetto al posto di Simon. L’avvio è all’insegna dell’equilibrio, anche se Perugia prova più volte a staccarsi con gli ace di Podrascanin (2-4) e Lanza (10-12). Un break importante arriva di nuovo sul servizio del centrale: Atanasijevic mura il 12-15 e costringe la Lube al time out. Sempre Bata si inventa anche l’ace del 14-18 che mette in crisi i padroni di casa, e ancora dai nove metri Leon affonda Juantorena (15-20). Civitanova riesce però ancora a rientrare nel momento più difficile: battuta di Leal, due ace e un contestato fallo fischiato a Lanza per il 19-20. Leon si fa male al dito in uno scontro con Colaci e deve uscire: Juantorena completa la rimonta a muro (20-20). L’atmosfera si scalda e il ds Lube Cormio denuncia il lancio di una bottiglietta da parte della panchina di Perugia. Nel finale in volata l’errore di Lanza procura il 23-21, Stankovic si guadagna due set point e Sokolov a muro chiude per il 25-22.

4° SET – La gara sale di tono e inizia un lungo botta e risposta: 2-4 di Leon, Stankovic firma l’ace del 6-4. Nel punto a punto si fa sentire Juantorena (10-9, 12-11), ma a spezzare l’equilibrio sono due errori in attacco di Perugia: Atanasijevic e Lanza mandano out per il 16-14. Un’intuizione di Bruno e il servizio di Cester scavano un ulteriore break (18-15), poi Sokolov tiene avanti i padroni di casa (20-17). Leon sbaglia la battuta, Sokolov invece punisce dai nove metri: il bulgaro infila due ace consecutivi per il 24-19 e poi regala a Cester una free ball per il definitivo 3-1.

Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 3-1 (25-19, 22-25, 25-22, 25-19)
Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 3, Juantorena 13, Simon 3, Sokolov 16, Leal 20, Cester 6, Marchisio (L), Balaso (L), Stankovic 7, Massari 0, D’Hulst 1, Cantagalli 1, Kovar 0. N.E. Diamantini. All. De Giorgi.
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 2, Lanza 6, Podrascanin 8, Atanasijevic 11, Leon Venero 21, Ricci 6, Della Lunga (L), Piccinelli (L), Seif 0, Colaci (L), Hoag 0. N.E. Berger, Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi.
ARBITRI: Tanasi, Boris.
NOTE – Spettatori 4312, incasso 72834, durata set: 23′, 30′, 32′, 25′; tot: 110′.

ISPEDIA_LEADERBOARD