La Chromavis Abo festeggia il debutto in B1 di Giada Bressanelli

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto Valentina De Cani

Di Redazione

Un sabato che è rimasto scolpito e rimarrà impresso nelle menti delle protagoniste in quanto a pathos ed emozioni, ma c’è chi aggiunge anche un ricordo in più: quello dell’esordio in giovanissima età in prima squadra nella terza serie nazionale. In casa Chromavis Abo, la rimonta vincente di sabato scorso a Lurano (da 2-0 a 2-3, mantenendo il terzo posto utile in chiave play off) verrà ricordata anche per l’esordio di Giada Bressanelli, schiacciatrice classe 2003 entrata in battuta nel secondo set, riuscendo a propiziare un break significativo (dal 13-12 al 13-16) con l’aiuto delle compagne di squadra.

Originaria del vicino paese di Madignano, Giada (studentessa al secondo anno del Liceo scientifico a indirizzo sportivo “Pacioli” di Crema) è al secondo anno al Volley Offanengo, dove fa parte del gruppo under 16-under 18-Seconda divisione, categoria quest’ultima dove la squadra disputerà i play off. In precedenza, per lei minivolley alla Madignanese e a Crema, prima del biennio a Izano in under 12 e under 14. Sabato scorso, invece, il trampolino di lancio verso la B1, festeggiato poi ieri (lunedì) con le canoniche “paste” portate in spogliatoio a beneficio del gruppo.

Innanzitutto, ti aspettavi la convocazione per la trasferta di Lurano?

No, per nulla, non pensavo che coach Barbieri contasse su di me per questo appuntamento. Inoltre, non mi aspettavo che mi chiamasse per entrare in battuta: era un momento difficile della partita e per questo ero un po’ agitata”.

Dalla linea dei nove metri, però, hai tenuto a bada l’emozione, riuscendo a firmare un ottimo turno al servizio.

Fortunatamente ho un carattere abbastanza freddo, non esterno molto le emozioni e così sono riuscita a non farmi ‘prendere’ troppo. Questo anche grazie alle mie compagne di squadra che in campo mi hanno stimolato e incoraggiato: questo mi ha permesso di acquisire fiducia in quel momento. Sono rientrata poi nel quarto set, altra chiamata inaspettata ma avevo già rotto il ghiaccio ed ero più tranquilla”.

In questo periodo ti stai anche allenando con la prima squadra.

Svolgo un paio di allenamenti alla settimana con la B1, è decisamente un altro mondo rispetto al mio livello, ma mi trovo benissimo anche lì, grazie alla squadra che mi mette a mio agio anche nella quotidianità in palestra”.

(fonte: Comunicato stampa)

LEAD – SOCAF-Acquarial_C