La Centrale del Latte Sferc McDonald’s, al lavoro per la prossima stagione, sogna Argenta

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto LVM

Di Redazione

Sta già muovendo i primi passi Brescia per la prossima stagione, che vedrà la formazione lombarda ancora ai nastri di partenza della serie A2 Maschile. Come riportato nell’edizione odierna del “Giornale di Brescia” il club ripartirà dai due pilastri Tiberti e Cisolla.

Al lavoro dietro il sipario abbassato della stagione 2018-2019, per presentarsi al meglio alla prossima. In attesa di conoscere gli ultimi verdetti legati alla finale promozione in Super Lega fra Piacenza e Bergamo (emiliani sull’1-0) e agli spareggi salvezza in A2 (Lagonegro-Livorno e Potenza Picena-Santa Croce), che disegneranno la A2 2019-2020, la Centrale del Latte Sferc McDonald’s si sta dando da fare su diversi fronti. Il primo, di natura finanziaria, prevede l’innesto di almeno un paio di nuovi sponsor per poter portare petali preziosi al roster. Nei prossimi giorni sono previsti incontri che potranno rafforzare il sodalizio in vista di una A2 formata da sole 12 squadre, tutte molto competitive.

L’intelaiatura si baserà ancora sui due pilastri Tiberti-Cisolla, che salvo sorprese si butteranno nella nuova annata sportiva. La presenza di due giocatori di tale levatura tecnica e caratteriale sarà ancora l’incentivo per attirare giovani di belle speranze. Il tecnico Zambonardi ha ammesso poi di voler ancora puntare molto sul B-Factor, il fattore «brescianità», che ha dato ottimi riscontri soprattutto con Signorelli, Candeli, e Rodella. La permanenza di Scanferla, Milan e Bisi, invece, dipenderà molto dalle società di appartenenza: Padova per i primi due, Modena per il terzo.

L’anno prossimo le squadre di A2 potranno schierare solo uno straniero in campo e due a referto: lo sloveno Mijatovic ha deluso e, nonostante i due anni di contratto, potrebbe comunque salutare Brescia. Se così fosse si sondano le piste di centrali italiani di valore come Antonio Cargioli (ora a Bergamo) e di Federico Bargi (Santa Croce). Per il ruolo di opposto tanti i nomi: un profilo porta ad Alberto Baldazzi (Cisano Bergamasco), mentre il colpo potrebbe essere Andrea Argenta, gigante di 205 cm reduce da una stagione a Ravenna in Super Lega.

LEADERBOARD_GPCAR_2008