De Cecco fa autocritica e si complimenta con Modena. Bednorz pensa già a domenica

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Modena Volley

Di Redazione

I dati dimostrano che non c’è stata partita e che Modena ha dominato: il primo a riconoscerlo nel dopo gara con estrema sincerità è Luciano De Cecco. “Oggi le cose non sono andate come dovevano andare – sottolinea ai microfoni Rai l’alzatore argentino della squadra campione d’Italia – non siamo mai riusciti a essere davvero incisivi e il merito è stato anche di Modena che ha giocato una gara superba. Complimenti davvero ai nostri avversari. Ora dovremo confrontarci, capire cosa non ha funzionato, lavorare sui dettagli dimostrare davvero tutte le nostre qualità in gara #5. Ci giochiamo tutto in un’ultima partita: siamo consci di avere la qualità di poter chiudere la serie e andare in finale ma non giocando come abbiamo fatto oggi”. Nonostante gli errori di Leon e la scarsa vena di Atanasijevic, De Cecco evita il facile gioco delle responsabilità: “Oggi abbiamo vissuto tutti una giornata storta, inutile trovare responsabilità individuali in una pessima prestazione del collettivo. Ne dovremo uscire tutti insieme…”

Con dodici punti in tabellino Bednorz ha messo a terra il pallone decisivo, un muro su Leon: sembra quasi una foto della giornata di Perugia. “Quando si gioca così bene e le cose riescono in questa maniera la soddisfazione è ancora maggiore – dice il polacco – potevamo contare su un ambiente esplosivo e su un pubblico impressionante che a tratti ci ha davvero portato a un altro livello consentendoci di fare la differenza. Dobbiamo essere orgogliosi di aver dimostrato a tutti di poter fermare per ben due volte i campioni d’Italia ma il bello viene ora perché nulla è da dare per scontato. Possiamo davvero fare il miracolo. Tillie? È stato efficace sia a muro che nei primi tempi, è una soluzione in più sulla quale possiamo contare. Lasciatemelo dire… oggi è stata davvero una gran giornata ma dobbiamo lasciarcela subito alle spalle. Nessun facile entusiasmo, manca ancora un pezzo”.

PSG_2019_PREE_LEAD