Sir Safety Conad Perugia di nuovo nella bolgia del PalaBarton per rompere l’equilibrio con Modena

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto: Sir Perugia - Michele Benda/MBVisual

Di Redazione

“È stata una partita molto intensa, tecnicamente forse non bellissima perché abbiamo commesso molti errori ed imprecisioni. Eravamo spesso in vantaggio nel secondo e terzo set, poi abbiamo sprecato due-tre palle di fila ed a Modena questo non puoi permettertelo. Nel tie break abbiamo girato sotto 8-4 ed è diventato difficile recuperare. Abbiamo subito in ricezione e ci siamo presi un paio di murate contro il muro schierato chiudendo troppo il colpo. Abbiamo sbagliato in quel frangente, loro sono stati bravi a non calare e se la sono portata a casa”.

È Max Colaci a parlare a caldo della sconfitta di ieri sera in gara 2 di semifinale scudetto al PalaPanini di Modena. Una sconfitta che ha riequilibrato la serie tra i gialli di coach Velasco ed i Block Devils di Lorenzo Bernardi. Appuntamento adesso fissato per dopodomani, giorno di gara 3. Ancora Colaci.

“Chi pensava ad una serie di semifinale che potesse finire in tre partite forse dimentica che questo è il playoff del campionato italiano contro una squadra come Modena. Dopodomani, con un calendario davvero fittissimo che vale per tutti, si rigioca subito gara 3. Torniamo in casa nostra e dobbiamo assolutamente cercare di portarla a casa”.

È dunque necessario accantonare subito la sconfitta di ieri perché scatta l’ora del terzo atto della semifinale scudetto per la Sir Safety Conad Perugia. E si torna ad accendere il PalaBarton di Pian di Massiano con fischio d’inizio e diretta web Lega Volley Channel alle ore 18:00.

È necessario far tesoro di gara 2, soprattutto per quello che non è andato al meglio sotto l’aspetto tecnico e tattico. È necessario ricaricare subito le pile perché così funziona in questo frullatore di emozioni continuo che è la post season. È necessario indirizzare attenzione ed energia solo verso il match di Pasquetta, una gara 3 che, con le due formazioni con una vittoria per parte, rappresenta un vero e proprio spartiacque nella serie.

Ci sarà la formazione tipo al via per Lorenzo Bernardi con De Cecco in diagonale ad Atanasijevic, con Podrascanin e Ricci al centro, con Lanza e Leon in posto quattro e con Colaci libero.

Ci sarà il PalaBarton che va gremendosi e che avrà il compito di spingere i ragazzi dagli spalti, come ha saputo fare alla grandissima in gara 1 sotto la guida dei Sirmaniaci.

Ci sarà Modena che, nonostante i cambi operati in gara 2 durante il match, ripartirà probabilmente dai sette abituali con Christenson e Zaytsev in diagonale, Mazzone ed Holt al centro, Urnaut e Bednorz in banda e Rossini libero. Ci sarà ovviamente pressione e tensione sportiva perché la posta in palio è altissima. Ci sarà però soprattutto grandissimo spettacolo tra due grandi squadre e tra grandi interpreti in campo.

I Block Devils sosterranno un paio di sedute di lavoro in questi giorni festivi, lunedì c’è un appuntamento verso la finale se non decisivo, sicuramente in grado di spostare gli equilibri.

Ventidue i precedenti tra le due formazioni con otto vittorie di Perugia e quattordici successi di Modena. L’ultimo confronto diretto risale a ieri per gara 2 di semifinale scudetto con vittoria di Modena al PalaPanini 3-2 (19-25, 25-22, 25-22, 23-25, 15-9).

Tre ex in campo e tutti giocano con la maglia di Modena. Sono Ivan Zaytsev a Perugia dal 2016 al 2018, Denys Kaliberda in maglia Sir nella stagione 2015-2016 e Simone Anzani a Perugia nella stagione 2017-2018.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE