Conegliano travolgente in Gara 1, la Saugella si arrende in tre set

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Saugella Monza

Di Eugenio Peralta

Non basta la Luna rosa a salvare la Saugella Monza dalla furia di un’Imoco Conegliano al massimo del suo splendore: le campionesse d’Italia sbancano in tre set la Candy Arena e girano subito a proprio favore la serie delle semifinali Play Off. Gara 1 è un monologo della squadra di Santarelli, che tiene in mano il pallino del gioco dal primo all’ultimo punto, sbagliando pochissimo e facendo la differenza in battuta e a muro. Ora l’Imoco ha la possibilità di chiudere subito i conti con due partite in casa: la prima già la domenica di Pasqua, la seconda martedì 23.

Impressionante la sicurezza di Conegliano, che travolge le debuttanti monzesi difendendo alla morte su ogni pallone e bloccando tutte le traiettorie d’attacco di Orthmann e Buijs. Difficile trovare una MVP, anche se Kim Hill (11 punti) appare ispiratissima in tutti i fondamentali; decisive Danesi a muro (4 vincenti) e De Kruijf in battuta, ma tutte le pantere sono sopra le righe e il numero di errori totali – 9 contro 22 – dice tutto. Dall’altra parte della rete le prove opache di Hancock e Adams, entrambe sostituite, sono lo specchio delle insicurezze di Monza, che avrà poche ore di tempo per andare a caccia di contromisure.

1° SET – Bella cornice di pubblico alla Candy Arena, nonostante il weekend pasquale. Sestetto tipo per l’Imoco, con Hill e Sylla di banda e Fabris opposto; Falasca conferma la diagonale Orthmann-Buijs in posto 4. Monza inizia meglio (2-0) ma poi dimostra di soffrire la reattività dell’Imoco a muro e in difesa, e con tre errori regala il 2-4. Il punteggio resta comunque in equilibrio fino all’8-8, poi ci pensano Fabris con due attacchi vincenti e Danesi a muro a siglare il primo break delle ospiti (8-11). Il coach di Monza ferma il gioco, ma Conegliano dilaga sul servizio della stessa Danesi, volando sul 10-17 (ancora bene Hill a muro). De Kruijf firma l’11-20 e Begic sostituisce Buijs, troppo tardi per incidere su un set che l’Imoco conduce agevolmente in porto con l’errore di Ortolani in battuta (16-25).

2° SET – Si riparte con i sestetti iniziali. Conegliano spezza quasi subito l’equilibrio con la battuta di Wolosz, che porta le pantere sul 4-8 e costringe Falasca al primo time out. La Saugella limita i danni con Melandri e Buijs (8-10), ma Sylla prende il comando delle operazioni e trascina le ospiti al 10-15. Gli ingressi di Bianchini e Devetag non cambiano la situazione, anzi i muri di Sylla e Danesi puniscono ancora Monza; De Kruijf, aiutata non poco dal nastro, firma addirittura tre ace consecutivi per il 10-21 (parziale di 0-9). Il set va in archivio sulla parallela vincente di Hill (14-25).

3° SET – La Saugella schiera dall’inizio Devetag al posto di Adams, e la centrale si fa subito sentire con due muri-punto (4-3). Conegliano risponde però con il “solito” break in battuta, stavolta di Fabris: in breve è 4-9. Balboni prende il posto di Hancock sul 5-11, Monza riesce a recuperare qualche punto e costringe Santarelli al primo time out della serata (9-12). Il momento di difficoltà delle ospiti dura comunque pochissimo: la solita Hill mura per il 10-14 e mette la firma, insieme a Fabris, anche sul break del 12-19. Tirozzi si iscrive alla festa con il pallonetto del 15-21 e l’errore di Orthmann pone fine all’incontro sul 16-25.

Saugella Team Monza-Imoco Volley Conegliano 0-3 (16-25, 14-25, 16-25)
Saugella Team Monza: Ortolani 7, Arcangeli (L), Balboni, Devetag 2, Adams 2, Hancock 4, Begic 1, Buijs 8, Orthmann 8, Facchinetti, Bianchini, Bonvicini (L) ne, Melandri 5. All. Falasca.
Imoco Volley Conegliano: Bechis, De Kruijf 10, Rodriguez ne, Folie ne, Fersino (L) ne, Lowe, De Gennaro (L), Danesi 10, Fabris 14, Wolosz 2, Hill 11, Tirozzi 1, Sylla 5, Moretto ne. All. Santarelli.
Arbitri: Bartolini e Braico.
Note: Spettatori 2510. Durata set: 25′, 21′, 24′. Monza: battute vincenti 0, battute sbagliate 15, attacco 29%, ricezione 57%-36%, muri 8, errori 22. Conegliano: battute vincenti 5, battute sbagliate 5, attacco 44%, ricezione 66%-54%, muri 9, errori 9.

ISPEDIA_LEADERBOARD