Alla faccia delle Cocche! Quarto trofeo in due anni per le ragazze del Futura Volley Busto Arsizio

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Futura Volley Giovani

Di Redazione

Doppio doblete, double double o poker di trionfi: in qualsiasi modo la vogliate chiamare, la Futura Volley Giovani ha realizzato un’impresa considerata impossibile nel settembre del 2017, conquistando ogni competizione (due promozioni, due Coppe Italia di categoria) a cui abbia partecipato dalla rinascita della società.

Il quarto in ordine di conquista, la Coppa Italia di Serie B1, è arrivata sul campo delle padrone di casa della Anthea Volley Vicenza e ha visto molti parallelismi con la vittoria conseguita un anno fa a Lucca: dopo un primo set “di assestamento”, comunque concreto in tutti i fondamentali tranne il servizio (7 errori), le Cocche hanno preso le misure alle avversarie controbattendo l’entusiasmo messo in campo dal team di coach Cavallaro.

Seconda e terza frazione hanno visto la Futura sgasare via a metà, il quarto set è stato risolto nel finale; il punto conclusivo innescato da Cialfi (MVP della finale) e realizzato da Moretto ha scatenato la festa e ha messo il punto esclamativo su un’avventura fino a quel momento mai realizzata. Nessuno, infatti, era mai riuscito a conquistare gli stessi trofei in sequenza: la forza di un gruppo dalla solidità granitica e di una società attenta e presente, aspetti già celebrati sabato scorso, sono esplosi in questa due giorni vicentina.

Vicenza approccia la finalissima schierando le diagonali Bortoli-Visintini, Assirelli-Filippin, Rossini-De Stefani e d’Ambros libero; la Futura risponde con il classico sestetto che prevede Moretto opposta a Cialfi, Veneriano e Salvi al centro, Rrena e Zingaro in posto 4 e Danielli libero. Salvi punisce a rete una ricezione errata delle padrone di casa e Busto scatta in avvio (0-2), Veneriano aggiunge legna a un improvvisato festival del muro biancorosso (2-4); la Futura concede però ancora tantissimo dai 9 metri e la Anthea ne approfitta per impattare (4-4). Rrena affonda la schiacciata in posto 6 che riporta Busto a +2 (5-7), le ospiti non riescono ad impostare una fuga ma si mantengono in avanti con Moretto (8-10); è proprio l’opposto biancorosso a trovare il primo ace del match (9-12), Veneriano di nuovo a muro porta il distacco a 5 punti (9-14). Vicenza comincia però a farsi sentire e con Visintini accorcia (12-15); Moretto subisce un muro che vale il 16-17 e la prima sosta chiamata da Lucchini. Pareggio e sorpasso sono immediati e portano la firma di De Stefani dalla linea di fondo (18-17); Busto ritrova il pari al punto 19 con Moretto, aprendo una lunga fase di equilibrio in cui Assirelli consente a Vicenza di riportarsi avanti (22-21). Il block-in di Rossini regala il primo set point alla Anthea, chiuso subito da Rossini (25-21).

Le due squadre dimostrano di equivalersi anche nell’avvio della seconda frazione: Veneriano piazza l’ace del primo vantaggio bustocco (3-4), Moretto dalla seconda linea realizza la doppietta che porta la Futura sul 5-7. Salvi pianta a terra per tre volte il suo marchio di fabbrica, il muro, e consente a Busto di portarsi sul 6-11; Zingaro sale in cattedra con il lob del 7-14, Cialfi decide di piazzare la magia sul secondo tocco e la Futura vola a +8 (8-16). Le Cocche sembrano aver dato una sistemata al servizio e concedono poco alle avversarie: Rrena gioca d’astuzia sulle mani del muro per l’11-18 biancorosso, Veneriano certifica la grande prestazione in questo set con l’ace che vale l’11-21. Il primo set point per l’1-1 arriva dalle mani di Cialfi al servizio (13-24), quindi Salvi chiude ancora con un block-in (14-25).

E’ ancora Salvi protagonista in avvio, questa volta al servizio (1-3): Vicenza impatta sul 3-3 e i due team, come nella prima parte del set precedente, si scambiano colpi a ripetizione. E’ Moretto a restituire il vantaggio alle biancorosse (5-7), Rossini però chiude un bel diagonale e manda avanti la Anthea (9-8); Zingaro e Moretto mandano lunghi i loro attacchi e Vicenza può scappare via, Lucchini decide invece di fermare il gioco (12-9). Il muro bustocco continua a funzionare, i block-in in fila di Veneriano e Cialfi valgono il meritato pari (13-13); sul 13-14, firmato ancora da Veneriano che corregge una ricezione sporca, Cavallaro chiama timeout. Uno scambio lunghissimo ed emozionante mantiene Vicenza a una sola lunghezza di distacco (15-16), l’errore di Filippin però ridà altro fiato alle biancorosse (16-18); Cialfi combina spesso e volentieri con Rrena e la schiacciatrice non delude, una sua doppietta vale il 16-22. Salvi in primo tempo ottiene il primo set point (18-24), Filippin sbaglia il servizio e manda le Cocche sul 2-1.

E’ un match bello e ricco di scambi prolungati: su uno di questi la Futura trova il 2-3 con Moretto dalla seconda linea, il primo vantaggio concreto arriva a seguito del mani-out di Rrena (3-5). E’ sempre Rrena sugli scudi, il suo pallonetto chirurgico lancia Busto a +3 (4-7); Vicenza però decide di non mollare la presa e con De Bortoli accorcia (6-7), quindi l’ace di Assirelli riporta il punteggio in parità (7-7). Il parziale veneto di 4-0 è chiuso dalla solita Rrena (8-8), Moretto realizza il muro che impatta nuovamente il risultato (10-10); dopo un lungo inseguire, la Futura ritrova il vantaggio ancora con Moretto in lungolinea (11-12). Veneriano coglie di sorpresa la difesa avversaria e stampa di prima intenzione il 13-15; Rrena trova un punto di puro talento, sul 13-17 coach Cavallaro sceglie di chiamare una sosta. Sempre Veneriano si fa trovare pronta in fast per il +5 bustocco (14-19), Cialfi ferma a muro l’attacco avversario e porta il punteggio sul 14-20; Zingaro indovina l’angolo in pipe e realizza il 16-22, Salvi aiuta la causa piazzando di forza il 17-23. La festa si avvicina: l’attacco vicentino out (17-24) viene restituito dal muro della Anthea, su cui Lucchini preferisce fermare il gioco (19-24), ma è Moretto a chiudere la contesa e a consegnare la Coppa tra le mani delle Cocche (19-25).

Anthea Volley Vicenza-Futura Volley Giovani 1-3 (25-21, 14-25, 20-25, 19-25)

Anthea Volley Vicenza: Montanaro ne, Scaccia, Rossini 9, Zanguio 1, Visintini 12, Bortoli 4, De Stefani 10, d’Ambros (L), De Toffoli 1, Assirelli 10, Filippin 3, Milan ne. All. Cavallaro. Battuta: errate 4, ace 6. Ricezione: 58% positiva, 39% perfetta, errori 7. Attacco: 23% positività, errori 11, murati 14. Muri: 10.

Futura Volley Giovani: Veneriano 13, Danielli (L), Cialfi 9, Franchi ne, Grippo ne, Ndoci ne, Francesconi ne, Rigon ne, Salvi 12, Tonello ne, Rrena 11, Moretto 18, Zingaro 13. All. Lucchini. Battuta: errate 15, ace 8. Ricezione: 77% positiva, 51% perfetta, errori 5. Attacco: 33% positività, errori 11, murati 10. Muri: 14.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE