Beatrice Molinaro e la chiamata in azzurro: “Non potevo crederci. È stata un’emozione indescrivibile”

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Si guarda avanti in casa Lardini Filottrano. Per la prossima stagione, la società marchigiana sta già lavorando in ottica futura.

Di Redazione

Un sogno che diventa realtà. Beatrice Molinaro, centrale dell’Itas Città Fiera Martignacco (A2), è stata inserita tra le trenta atlete convocate in Nazionale da coach Davide Mazzanti. Nell’intervista rilasciata al “MessaggeroVeneto“, la giovane giocatrice dichiara di essere ancora incredula…

Beatrice Molinaro è stata convocata in Nazionale. Ieri la Fipav ha ufficializzato le 30 atlete che formeranno il gruppo per la Volleyball Nations League femminile e la centrale friulana dell’Itas Città Fiera Martignacco è tra le nove centrali a disposizione di coach Davide Mazzanti per la competizione internazionale in programma tra maggio e giugno. L’11 maggio la lista sarà ridotta a 25 atlete, da cui il ct azzurro sceglierà settimanalmente le 14 convocate. L’atleta friulana potrebbe in realtà essere impiegata principalmente per le Universiadi, che si terranno dal 3 al 13 luglio in Italia.

Beatrice passerà la Pasqua a Cervignano con la famiglia e poi, dal 23, sarà in ritiro con tutto il gruppo azzurro tra Milano, Chiavenna e Cavalese. Sarà in palestra con Paola Egonu, Cristina Chirichella, Monica De Gennaro, Lucia Bosetti, tanto per citare solo alcune delle ragazze che hanno vinto l’argento mondiale lo scorso autunno. Un sogno che diventa realtà per la mitica Bea, che ieri, dopo l’uscita del comunicato ufficiale, è stata tempestata di telefonate e messaggi di amici, ex allenatori ed ex compagne di squadra.

«A febbraio – spiega – ero stata informata che nel roster sarebbero state inserite probabilmente anche giocatrici di A2 e che io ero in lizza, ma mai mi sarei aspettata che arrivasse la convocazione. Due settimane fa sono stata contattata da Marco Paglialunga, allenatore responsabile della Nazionale B, che mi ha parlato dei progetti futuri. Non potevo crederci. È stata un’emozione indescrivibile ed ancora adesso mi tremano le gambe».

Beatrice è emozionata, scombussolata e anche un po’ confusa. Fino al 24 giugno svolgerà i collegiali di preparazione, di 5 o 6 giorni l’uno. Il programma dettagliato non le è stato ancora comunicato. «Mi aspetto di vivere un’esperienza più unica che rara – conclude – e mi auguro di viverla con tranquillità. Avrò a che fare con allenatori che finora ho visto solo in televisione, dividerò il parquet con compagne di squadra professioniste, affermate a livello mondiale. Sarò in palestra con Paola Egonu… Non so che dire».

Fino a due anni fa Beatrice giocava in B2 a Villa Vicentina, con l’AP Vivil. In due stagioni ha fatto passi da gigante, conquistando la promozione dalla B1 alla A2 con Martignacco e poi la salvezza in A2 con largo anticipo con la stessa Itas Città Fiera.

LEADERBOARD_GPCAR_2008