Gran cuore Saugella Monza, la serie con Busto Arsizio si decide in gara 3

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Saugella Monza

Di Redazione

La Saugella Team Monza vendica la sconfitta in gara 1 contro la Unet E-Work Busto Arsizio e rimanda a lunedì il verdetto dei quarti di finale dei playoff. Per riaprire la serie con le biancorosse, davanti agli oltre 2400 spettatori della Candy Arena, alla squadra di Miguel Angel Falasca sono serviti carattere, cuore e… panchina lunga. Tradita da alcune delle protagoniste più attese, come Begic e Adams (rientrata però alla grande nel finale con un muro importantissimo), la squadra di casa si è affidata ancora una volta alle sostitute: decisivi gli ingressi di Devetag e soprattutto Buijs.

In questo modo la Saugella è riuscita a far entrare in partita anche Hanna Orthmann, grande protagonista della serata con 24 punti e il 50% in attacco. Troppi errori (34 contro 26) per Busto Arsizio, che ha sofferto del calo di Meijners dopo una partenza mostruosa: dei 24 punti messi a segno dall’olandese, 19 sono arrivati nei primi due set.

La partita ha rispettato in pieno i pronostici della vigilia: grande equilibrio, tanti errori ma anche tanto spettacolo, battute spesso decisive. Non a caso i primi tre parziali sono stati decisi in volata dopo rimonte importanti, mentre nel quarto non è bastata la verve di Herbots a riportare in gara una Busto Arsizio esausta. Riusciranno le farfalle a recuperare le energie fisiche e mentali in sole 48 ore, in tempo per gara 3 di lunedì 15 aprile, ancora alla Candy Arena? Intorno a questo interrogativo ruota gran parte del futuro delle due squadre nei playoff scudetto.

1° SET – Gara che si apre con un minuto di silenzio in onore di Walter Mapelli, già sostituto procuratore di Monza, scomparso nei giorni scorsi. Entrambe le squadre confermano i sestetti visti all’opera in gara 1: al centro per Busto c’è dunque la rumena Samadan, che si fa subito sentire al servizio (1-3). Gennari a muro regala un altro break alle ospiti (4-6), ma la Saugella ricuce subito e passa avanti con Orthmann (9-8). Il punto a punto prosegue (14-15) finché gli errori di Meijners e Samadan regalano a Monza il primo break della gara: 18-16. Mencarelli si gioca i due time out, ma la serie della Saugella prosegue fino al 22-16 grazie al devastante servizio di Orthmann (due ace). La Unet E-Work risponde con un controbreak di 0-4 firmato Herbots e torna a meno 1 con l’ace di Samadan (23-22). Hancock si procura due set point, ma Meijners li annulla entrambi (24-24); ai vantaggi altre tre occasioni per Monza, fino al muro decisivo di Hancock che vale il 28-26.

2° SET – Dopo un avvio equilibrato (5-5) è Busto Arsizio a prendere il comando delle operazioni grazie a un micidiale turno di battuta di Gennari: dal 7-8 si passa direttamente al 7-13. Falasca prova a inserire Buijs e Bianchini, ma la Saugella continua a sbagliare troppo e subisce un nuovo ace di Samadan (8-16). Il muro di Melandri riavvicina Monza (12-17), che riduce ulteriormente le distanze con Buijs e Bianchini (16-19). L’olandese, una delle ex della gara, si scatena in attacco (18-20) e, aiutata dal servizio di Hancock, completa la clamorosa rincorsa: 23-23. La palleggiatrice sbaglia però la battuta del 23-24 e Meijners ne approfitta per siglare il muro che pareggia il conto dei set.

3° SET – Monza rientra con Buijs e Devetag in sestetto. Il parziale inizia ancora sul filo dell’equilibrio, ma è sempre Buijs a regalare il primo break alla Saugella (9-7) e a mettere lo zampino nella fuga dell’11-8. Busto è troppo fallosa e Orthmann ne approfitta al meglio (14-10); la giovane tedesca si scatena poi da seconda linea per il 18-13. Le farfalle non mollano e sul servizio di Orro si inventano l’ennesima rimonta della serata, risalendo fino al 19-18. Il finale è quindi di nuovo in volata: la Unet E-Work aggancia le avversarie sul 22-22 grazie a un ace di Meijners, ma il video check su un attacco della stessa olandese permette a Monza di conquistare due set point. Gennari annulla il primo (24-23), sul secondo chiude ancora Orthmann.

4° SET – Busto Arsizio sembra subire il contraccolpo del set sfumato al fotofinish e, dopo un breve punto a punto, incassa un pesante break sul servizio di Orthmann (10-5). La reazione delle ospiti però è immediata e porta all’11-9 firmato da Herbots. La Saugella tiene a distanza le avversarie con Orthmann e scappa di nuovo grazie alla battuta di Ortolani: 18-12 con un ace del capitano. Ancora Herbots sprona le farfalle all’ultimo tentativo di rimonta (18-15), vanificata però dai troppi errori in battuta. Decisivo il rientro di Adams, che firma il muro del 23-18; Monza conquista 5 set point e chiude con la grande protagonista Orthmann (25-20).

Saugella Team Monza-Unet E-Work Busto Arsizio 3-1 (28-26, 23-25, 25-23, 25-20)
Saugella Team Monza: Ortolani 9, Arcangeli (L), Balboni ne, Devetag 3, Adams 4, Hancock 5, Begic 3, Buijs 13, Orthmann 24, Facchinetti, Bianchini 1, Bonvicini (L) ne, Melandri 5. All. Falasca.
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 20, Grobelna, Gennari 8, Cumino ne, Orro 5, Leonardi (L), Bonifacio 4, Meijners 24, Berti, Samadan 7, Botezat. All. Mencarelli.
Arbitri: Lot e Pozzato.
Note: Spettatori 2412. Durata set 32′, 30′, 29′, 30′. Monza: battute vincenti 4, battute sbagliate 16, attacco 38%, ricezione 62%-41%, muri 9, errori 26. Busto A.: battute vincenti 5, battute sbagliate 16, attacco 34%, ricezione 45%-35%, muri 8, errori 34.

ISPEDIA_LEADERBOARD