Imoco, Pietro Maschio: “Questo è un gruppo fantastico che continua a darci grandi soddisfazioni”

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Imoco Volley Conegliano

Di Redazione

Grande soddisfazione in casa Imoco Volley per la qualificazione alla Finale di Berlino del 18 maggio! Il Presidente Pietro Maschio, intervistato dal “Correre del Veneto” non nasconde la sua felicità.

Appena un mese fa le porte della Champions sembravano già sbarrate. Ma nello sport la parola fine non è mai scritta. Chiedere all‘Imoco Conegliano, che dopo aver rischiato per ben due volte l’eliminazione, è riuscita a essere la prima finalista di Champions League. Il doppio 3-0 rifilato al Fenerbahce è stato un capolavoro che squadra, staff e società sono riuscite a pennellare, confermando la qualità di un progetto globale come ci spiega il co presidente gialloblu, Pietro Maschio.

Presidente Maschio, a mente fredda com’è stato conquistare questa finale di Champions? «É una gioia incredibile, le ragazze sono state fantastiche. Una soddisfazione ancora più grande se si considera le difficoltà che abbiamo incontrato lungo il percorso. Prima la sconfitta con Scandicci e quel pizzico di fortuna che ci ha permesso di andare ai playoff, e poi la grande rimonta contro l’Eczacibasi».

Si può dire che siano state due tappe fondamentali per conquistare questa finale? «Si dice che dalle sconfitte si impara. Le ragazze sono state davvero brave ad assimilare quei due ko e a conquistare un risultato eccezionale, che ci conferma fra le migliori squadre d’Europa».

Tornate in finale dopo due anni, e il bronzo dell’anno scorso… «Vuol dire che anche quest’anno siamo sicure di salire sul podio e già questo è un grandissimo risultato. Poi è chiaro che se riusciremo a vincere saremo ancora più felici».

Imoco è una realtà giovane, ma già vincente. Come avete fatto? «Abbiamo impiegato tre anni a capire come portare avanti il progetto. Passo dopo passo abbiamo imparato e ora siamo qui. Ma tutto questo non sarebbe possibile senza le realtà che ci sono vicine, le oltre 170 aziende che ci sostengono e i nostri splendidi tifosi».

Un plauso particolare va fatto a queste ragazze davvero incredibili. «Questo è un gruppo fantastico che continua a darci grandi soddisfazioni. Si vedeva fin dagli ultimi allenamenti appena arrivati in Turchia che avrebbero fatto di tutto per conquistare questa finale e ce l’hanno fatta. Giocando una grandissima pallavolo, che non è nemmeno un aspetto secondario».

Non c’è il tempo di gustarsi questa gioia che sabato si torna in campo. «Ci attende la gara di ritorno dei quarti playoff contro Cuneo. Abbiamo il primo match ball e vogliamo provare a chiudere subito per prepararci al meglio all’eventuale semifinale. E poi potremo contare sull’apporto del nostro pubblico».

Dopo la Champions, ora l’obiettivo è la semifinale? «L’ho sempre detto e lo continuerò a dire. Pensiamo una partita alla volta: ora c’è il ritorno con Cuneo, poi eventualmente aspetteremo l’esito della sfida fra Monza e la Yamamay. Berlino è ancora distante».

E la vostra bacheca ampia… «L’abbiamo voluta così. Siamo una realtà giovane, ma ambiziosa e speriamo di riuscire ad esserlo ancora a lungo».

Sandlovers_LEADERBOARD