La Rosaltiora batte Ovada e scaccia le streghe: ora i play out sono un po’ più lontani

LEAD_BASE_ALD

Di Redazione

Era una partita importante già in partenza che era diventata ancora più importante dopo le gare del sabato sera, con le inseguitrici di Vega Occhiali Rosaltiora pericolosamente vicine. Una sconfitta nello scontro diretto contro Cantine Rasore Ovada avrebbe complicato i giochi salvezza ed invece è arrivato un bel 3-0 che nella classifica ancora provvisoria porta le verbanesi a scavalcare ben due formazioni: ora le lacuali sono in ottava posizione con 31 punti e fuori posizione play out contro i 30 Venaria e di San Paolo, pìù dietro Montalto Dora a 28 e Ovada è a 26. Insomma è iniziato il periodo della resa dei conti: Verbania giocherà la prossima gara (durissima) in campo del Lasalliano che è in corsa per vincere il campionato, accoglierà in casa Venaria dopo Pasqua per un altro scontro diretto prima della gran chiusura sul campo del fanalino di coda Gavi. Una bella giornata chiusa con la sfilata della squadra Under 13 che si è laureata Campionessa Territoriale e con i 455 Euro raccolti in beneficenza a favore della Associazione Kenzio Bellotti che si occupa del sostentamento dei bambini malati del territorio.

Formazione tipo per Andrea Cova che inizia con Ramona Ghisleni in regia, Annalisa Cottini come opposta, Sonia Cottini e Francesca Magliocco bande, al centro Elisa Alessi ed Emily Velsanto e libero Beatrice Folghera. Partita difficile, Ovada vincendo si porterebbe in zona tranquilla e si gioca le sue carte tant’è che i primi scambi sono in equilibrio sino sul 5-5 poi pian piano dopo il 5-7 ospite Rosaltiora impatta e allunga con Emily Velsanto dal centro, Francesca Magliocco, ancora un ace di Emily Velsanto ed ancora un punto Magliocco ed un ace di Annalisa Cottini; è 12-8 ma il set è indirizzato perché dopo un time out ospite ci sono un attacco di Annalisa Cottini, un muro, due girate di seconda della regista Ramona Ghisleni che scrivono il 17-10. Nel finale ci pensano Francesca Magliocco, Sonia Cottini (23-17 in bagher difensivo) ed Emily Velsanto che chiude il set: 25-19 ed è 1-0 Vega Occhiali.

Secondo set tutto sommato simile al primo, si gioca nei primi scambi ma alla fine Rosaltiora ne ha di più. Tre punti ed un ace di Sonia Cottini portano le sorti del parziale sul 5-5, Verbania allunga con Emily Velsanto (un punto ed un ace), Annalisa Cottini, Elisa Alessi, Francesca Magliocco ed ancora Annalisa e Sonia Cottini: è 13-8. Ovada cerca di restare in partita e sfruttando qualche errorino di casa ci riesce costringendo Cova al time out sul 14-13, al rientro c’è addirittura il punto del libero Beatrice Folghera, a cui segue uno scambio lunghissimo (tre difese da applausi del libero ospite) chiuso da un errore ospite. Ancora Magliocco, Elisa Alessi e Sonia Cottini portano i giochi sul 22-17. Time out ospite e al rientro è solo Rosaltiora: Francesca Magliocco con una pipe trova il match point sul 24-19, Ovada ne annulla due ma Annalisa Cottini chiude un set mai in discussione: 25-21 ed è 2-0.

Inizio sul 2-2 (Sonia Cottini ed ace di Ramona Ghisleni), c’è equilibrio sino sul 6-6. Qui arriva il primo break verbanese con Francesca Magliocco, una palletta di Ramona Ghisleni, un ace ed un punto di Annalisa Cottini e un primo tempo di Elisa Alessi: è un 12-6 che porta il set sui giusti binari, si prosegue con Magliocco  e Sonia Cottini che picchiano forte e con Elisa Alessi che chiude una ricezione lunga delle avversarie (16-9). Ovada non rientra più anche se a livello di difesa, imperniata su un bel libero, non è certo male. Il finale è assolutamente in controllo davanti ad un pubblico davvero numeroso; ci pensano Emily Velsanto, Francesca Magliocco, Sonia Cottini, un muro punto ed un muro ad uno della stessa Magliocco; è 23-14, Elisa Alessi trova il match point sul 24-16, Ovada sbaglia l’attacco successivo: 25-16, è 3-0 pesantissimo in una partita mai in discussione.   

Queste le dichiarazioni del coach di casa Cova: “Bene, una vittoria importante abbiamo fatto un primo passo ed adesso puntiamo l’obiettivo sulla prossima partita che in casa di una delle grandi del campionato sarà durissima ma dove vorremmo tentare di fare bene. Alle ragazze in settimana ho detto che iniziava una fase con settimane di grande intensità, una serie di quattro partite nelle quali è ora di provare a raccogliere i frutti del lavoro fatto in una stagione alquanto tosta, in un girone davvero duro, vogliamo farlo e possiamo farlo. Oggi non era facile, la loro difesa era di bel livello. Ripeto abbiamo fatto il primo passo ed adesso pensiamo alla prossima” .

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD – Suzuki – Liberini