Acqua & Sapone obbligata a vincere per accorciare le distanze da Cutrofiano

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Ufficio Stampa Acqua e Sapone Roma Volley

Di Redazione

Come una finale. Da giocare con lo spirito indomito, il coltello tra i denti, facendo leva su un elemento che in questa seconda parte di stagione ha dato i frutti sperati, il PalaDiFiore. Non ci saranno appelli o una seconda possibilità. Esiste solo un risultato, la vittoria. Quei fatidici e maledetti allo stesso tempo tre punti per sperare ancora nella salvezza.

L’Acqua & Sapone Roma Volley Group domenica alle ore 17.00 è chiamata a una prova di quelle toste, ma non impossibili. Nella penultima giornata della pool salvezza la squadra romana dovrà vincere a tutti i costi per accorciare in classifica sulla stessa Cuore di Mamma Cutrofiano e sperare poi nel tutto per tutto dell’ultima giornata. Tra le due squadre ci sono sei punti, il confine della salvezza. Ma questa squadra, questo gruppo ha già dimostrato che in casa ha un altro passo, ha una pasta diversa, anche grazie a quell’elemento in più che si chiama gente di Roma. E proprio il pubblico accorrerà per portare in alto la squadra della Capitale.

Un dentro o fuori in cui rischiare, osare, mettere tutto. A Montecchio Percan e compagne hanno lottato, ma nella parte finale di ogni set non hanno avuto quella forza per piazzare la zampata vincente, tocca cambiare pagina e rilanciarsi, del resto come ha affermato coach Stefano Micoli: “Dobbiamo fare solamente una cosa, scendere in campo senza fare calcoli e vincere, poi si vedrà. Dobbiamo fare il nostro dovere fino alla fine”. La maglia va difesa e onorata, la maglia prima di ogni cosa.

(Fonte: comunicato stampa)

PSG_2019_PREE_LEAD