Perugia difende le mura amiche nell’anticipo di SuperLega: 3-0 contro Padova

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Kioene Padova

Di Redazione

Trascinati da un incontenibile Leon, gli uomini di coach Bernardi vincono recuperando ben 5 punti di svantaggio nel terzo set e chiudendo il match contro la Kioene Padova 3-0, grazie anche alle bordate al servizio del numero 9 umbro eletto MVP del match. In casa bianconera non è bastata la buona prova a muro (10 contro i 5 degli avversari), con un terzo set giocato comunque a grande livello. 

LA CRONACA. Padova molto attenta a muro nelle prime fasi di gioco (3-4) con Polo molto attivo in questo fondamentale. Il primo break per i padroni di casa arriva grazie al muro di Podrascanin sul Volpato e il mani out di Atanasijevic per il provvisorio 16-13. Padova prova a recuperare grazie anche ai numerosi errori al servizio della Sir, ma è ancora Atanasijevic a risolvere con il mani out del 22-19. Il set ball arriva con il servizio out di Torres (24-19) e a chiudere è l’ace a seguire di Lanza. 

In avvio di secondo parziale piazza il doppio ace consecutivo (4-2) e sul 7-4 coach Baldovin chiede subito time out. Sull’ace dell’8-4 a firma di De Cecco, Barnes rileva Cirovic. Col turno al servizio di Travica, Padova accorcia le distanze (12-10) ma qualche errore di troppo permette agli umbri di allungare 19-14 dopo l’attacco out di Louati. Il tecnico della Kioene richiama i suoi in panca, ma Torres viene limitato due volte consecutive a muro (23-15). A chiudere è il primo tempo di Ricci intercettato da Polo (25-18). 

Buon inizio di terzo set, con Torres e Louati ad allungare 6-8 a muro. E’ proprio questo fondamentale la marcia in più per la Kioene che va al time out sull’11-14 dopo il block vincente di Volpato. Padova prende coraggio e Louati porta il distacco a +5 (13-18). Perugia però non molla ed è con Leon ad accorciare le distanze (18-20). E’ ancora lo schiacciatore della Sir a siglare il triplo del 23-21 che di fatto taglia le gambe ai bianconeri. A chiudere set è match è il muro di Podrascanin (25-22). 

Santiago Danani (Kioene Padova): «Abbiamo giocato un buon match, soprattutto nel terzo set. Poi quando Leon inizia a battere a 130 km/h è difficile per chiunque. Noi però abbiamo giocato con la giusta mentalità e dobbiamo continuare a giocare con la stessa intensità anche le prossime sfide che mancano al termine della Regular Season». 

IL TABELLINO

Sir Safety Conad Perugia – Kioene Padova 3-0 (25-19, 25-18, 25-22) 

Sir Safety Conad Perugia: Ricci 6, Leon 21, Lanza 8, Atanasijevic 15, De Cecco 2, Podrascanin 4, Coalci (L); Piccinelli, Hoag, Della Lunga, Seif. Non entrati: Galassi. Coach: Lorenzo Bernardi. 
Kioene Padova: Polo 9, Louati 8, Cirovic 3, Volpato 6, Torres 11, Travica 2, Danani (L); Cottarelli, Barnes 3. Non entrati: Sperandio, Premovic, Lazzaretto, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin. 
Arbitri: Frapiccini-Curto. 

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE