Le farfalle di Busto Arsizio si impongono su Brescia al PalaYamamay

Spalding_Leaderboard
Ufficio Stampa Busto

Di A.G

La Unet E-Work Busto Arsizio non sbaglia. La formazione di Marco Mencarelli si impone per 3-0 (25-18, 25-20, 25-18) su Brescia nell’anticipo della nona giornata di ritorno della Samsung Volley Cup A1 femminile, conquista almeno per una notte il quarto posto in classifica e soprattutto esce dal campo al termine di una prestazione eccellente sotto il profilo tecnico e caratteriale.

Partita a senso unico quella andata in scena al Pala Yamamay di Busto Arsizio. Le padrone di casa riescono a gestire con grande lucidità un match ricco di insidie, giocando con qualità e mostrando la consueta determinazione. Facile sottolineare l’efficienza del servizio e della ricezione (73% di squadra), ma la UYBA mostra qualità anche nella fase break, lavorando molto bene in difesa (con Leonardi a guidare la seconda linea) e trovando tante soluzioni in contrattacco. Sono Herbots (che attacca con il 42%) e Grobelna (MVP del match e buona efficienza in attacco) le top scorer nella metà campo bustocca: 16 punti per la schiacciatrice e 12 per l’opposto belga, entrambe fondamentali per scardinare il dispositivo di difesa avversario. Da registrare anche la buona prova di Alessia Orro: ordinata e pulita nella distribuzione del gioco, la regista sarda ha in mano la squadra e la guida verso una vittoria piuttosto semplice, ma non così scontata alla vigilia.

Serata da archiviare al più presto per Brescia che non riesce ad andare oltre al 35% di efficienza in attacco e al 23% di ricezione perfetta. Numeri che descrivono al meglio la partita deludente delle ragazze di coach Mazzola, a cui manca quella lucidità necessaria per rimanere attaccate al match. Per la Millenium scatta un campanello d’allarme: la squadra sembra aver perso lo smalto dei tempi migliori, necessario per puntare ai playoff. Unica nota lieta per la compagine bresciana è la prestazione della schiacciatrice Rivero (12 punti con il 48% in attacco), che si dimostra la migliore soluzione offensiva della squadra attaccando a tutto braccio e mettendo in mostra tutte le sue qualità.

Non c’è un attimo di respiro per la compagine bustocca che tornerà in campo martedì per affrontare le ungheresi del Swietelsky Bekescsaba nel match di ritorno delle semifinali di Coppa Cev, anche se la qualificazione alla finale sembra essere una formalità. Invece, la rincorsa di Brescia verso la post season di campionato sembra piuttosto in salita: Di Iulio e compagne se la vedranno in successione con Monza (in casa), Chieri (in trasferta), Conegliano (in casa) e chiuderanno a Scandicci per tre sfide su quattro sulla carta quasi proibitive.

LA CRONACA DEL MATCH – Nella quintultima partita della regular season, proprio in mezzo alle due gare di semifinale di Coppa Cev, la UYBA ospita al Pala Yamamay la Banca Valsabbina Millenium Brescia, reduce da tre ko consecutivi. Coach Mencarelli sceglie un sestetto con Orro al palleggio, Grobelna opposto, Herbots e Gennari schiacciatrici, Bonifacio e Berti al centro, con Leonardi libero. Mazzola risponde con la diagonale Di Iulio-Nicoletti, Villani e Rivero in banda, Veglia e Miniuk centrali e Parlangeli nel ruolo di libero.

1° SET – Avvio di match equilibrato con Herbots che risponde alla parallela vincente di Villani (2-2). Orro cerca di far entrare in partita tutte le sue attaccanti: Grobelna e Bonifacio rispondono presente firmando i primi della serata (4-4). Rivero forza la battuta mettendo in difficoltà la ricezione bustocca: Di Iulio stampa l’attacco di Gennari e Brescia trova il break (5-7). La UYBA reagisce immediatamente con Berti grande protagonista: la centrale prima pareggia i conti con un muro (8-8) e poi firma l’ace del 10-8. Le bresciane non riescono a mantenere il cambio palla come all’inizio del set e coach Mazzola decide di fermare il gioco con un timeout. Le ospiti provano a reagire, ma Herbots è scatenata e non sbaglia nulla in attacco (13-9). Brescia è molto imprecisa e non riesce a fare la differenza in nessun fondamentale: l’errore di Rivero regala il punto alle padrone di casa (18-12). Busto Arsizio accelera e sfrutta il turno al servizio di Gennari per andare sul più 8 (22-14). Le bresciane provano a reagire e trovano il break grazie a Veglia (23-18), ma è tardi per la rimonta: le biancorosse non hanno problemi a vincere per 25-18 un parziale che ha visto Herbots grande protagonista (7 punti e 63% di efficienza in attacco).

2° SET – Brescia torna in campo con maggiore determinazione e si porta avanti con Villani (1-2). Herbots serve bene mettendo in difficoltà il libero Parlangeli: la UYBA trova il break e passa in vantaggio (4-3). La battuta di Nicoletti si ferma sul nastro; questa sera l’opposto di Brescia fa fatica a trovare le misure (6-5). Grobelna risolve uno scambio prolungato in cui entrambe le squadre mostrano le proprie abilità in difesa (8-7). Leonardi salva prima su Nicoletti e poi su Villani: le ospiti non sfruttano la freeball (11-10). Grobelna trova un diagonale vincente, ma Nicoletti riporta il punteggio in parità (13-13). Busto Arsizio accelera e trova un parziale di 3-0 che obbliga coach Mazzola a chiamare timeout per fermare il momento positivo delle padrone di casa (16-13). Le bustocche occupano bene il campo e tirano su tutti i palloni: le bresciane devono fare gli straordinari per mettere a terra il punto del 17-15. Busto trova un break importante grazie al pallonetto di Grobelna e all’ace di Herbots (22-18). La panchina di Brescia chiama ancora timeout, ma il trend non cambia: il secondo parziale termina 25-20 e le padrone di casa vanno sul 2-0.

3° SET – Busto Arsizio vuole chiudere i conti e fa subito la voce grossa: Gennari ed Herbots sono le protagoniste dei primi scambi del terzo set (4-0). Brescia prova a reagire con il primo tempo vincente di Miniuk, ma Herbots è scatenata e firma due punti consecutivi (7-2). La Millenium non si arrende e accorcia le distanze con Rivero (9-6). Nicoletti trova un maniout, ma il cambio palla delle padrone di casa funziona davvero bene e Grobelna non sbaglia la pipe (13-9). Mencarelli inizia a pensare all’impegno di coppa in programma martedì e decide di far rifiatare Bonifacio, inserendo al suo posto Samadan. La squadra ospite prova a ricucire il gap con Veglia (15-13) e ha l’occasione di andare sul meno 1, ma Leonardi salva l’impossibile ed Herbots mette a terra un diagonale vincente (16-13). Busto Arsizio gioca sulle ali dell’entusiasmo e scappa sul 19-14, obbligando la panchina bresciana a chiamare timeout. Entra Biava per Villani, ma ormai le bresciane hanno alzato bandiera bianca. La UYBA non ha problemi a vincere anche il terzo set (25-18) e porta a casa 3 punti importanti nella lotta per il quarto posto.

TABELLINO 

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA = 3-0 (25-18, 25-20, 25-18)

BUSTO ARSIZIO: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 16, Grobelna 12, Gennari 9, Cumino ne, Orro 4, Leonardi (L), Bonifacio 6, Meijners ne, Berti 5, Samadan, Botezat. Allenatore: Marco Mencarelli. Assistente: Marco Musso.

BRESCIA: Biava 3, Rivero 12, Norgini, Manig, Di Iulio 2, Pietersen ne, Villani 10, Parlangeli (L), Bartesaghi, Nicoletti 9, Veglia 6, Miniuk 3. Allenatore: Enrico Mazzola. Assistente: Marco Zanelli.

ARBITRI: Umberto Zanussi e Mauro Goitre

(Fonte: comunicato stampa)

Spalding_Leaderboard