La legge dei grandi numeri: Imola continua a volare, Rovigo la prossima vittima?

PSG_2019_PREE_LEAD

Di Redazione

Dopo la splendida e fondamentale vittoria in quel di Lugo, la Csi Clai Imola torna tra le mura amiche del PalaRuscello per ospitare il GS Fruvit Rovigo. Il punteggio pieno ottenuto al PalaLumagni ha consegnato un altro importante mattoncino alla classifica della squadra di coach Manuel Turrini che, però, continua a predicare calma e concentrazione. Rispetto all’agevole 3-0 dell’andata, Rovigo ha modificato l’assetto della squadra ed in settimana lo staff tecnico imolese lo ha studiato a fondo per evitare sorprese.

Il 21 ottobre in Veneto, la Clai vinse bene i tre set, lasciando alle locali 16, 17 e 18 punti. In quel momento il GS Fruvit era in vetta alla classifica. Un girone dopo l’inerzia è totalmente a favore delle imolesi che comandano solitarie la classifica con 39 punti e con 7 lunghezze di vantaggio su Cremona, seconda della classe. Rovigo, con i suoi 20 punti, sta lottando per staccarsi dalla zona calda dei playout, al momento lontana 5 punti e, contestualmente, per restare aggrappato al gruppo di testa.

Coach Giuliana Perilli potrà contare sulle rientranti Ferroni e Beriotto (da infortunio) e Battistella e Ferrari (tornate nel roster dopo l’esperienza dello scorso anno). Questo lo starting 7 delle giallonere: Ghiotti e Toffanin al centro, Bolognesi e D’Iseppi in banda, Beriotto in cabina di regia, Ferroni opposto e Franzoso libero.

Beriotto e compagne iniziarono il girone in modo altalenante vincendo e perdendo 3-0 in modo alternato: vittorie con Calerno e Lugo, sconfitte con Imola e Gramsci. Quindi ko casalingo 1-3 con Emanuel Riviera Rimini ed esterno 2-3 a Rubiera. Il gioiello del campionato delle venete arriva il 25 novembre, con il 3-0 rifilato alla corazzata Us Esperia Cremona. Il fremito dell’impresa svanisce, però, immediatamente con la doppia sconfitta con Volley Team Bologna e Forlì (doppio 0-3). Quindi la chiusura del girone di andata con ben 4 tiebreak, impreziositi da 3 vittorie (con Cervia, Arbor e Campagnola ed una sola sconfitta (con Stella Rimini). Ultimo turno, il primo del girone di ritorno, ha fruttato una vittoria agevole e netta 3-0 contro il fanalino di coda Calerno S.Ilario.

Imola, dal canto suo, plana al PalaRuscello dopo una settimana che definire storica è riduttivo: la vittoria 3-1 su Calerno vale il clamoroso 13 su 13 nel girone di andata, impreziosito dal doppio 3-0 sulle trevigiane di Asolo Altivole Riese nei quarti di finale di Coppa Italia di Serie B. Le biancoblu rientrano in clima campionato contro una formazione comunque ostica.

Fischio d’inizio alle ore 18,00.

(Fonte: comunicato stampa)

PSG_2019_PREE_LEAD