Grebennikov sfida la sua ex squadra: “Fa un effetto strano affrontare la Lube, ma la vita dello sportivo è così”

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto: Trabalza

Di Redazione

Mancano poco più di ventiquattro ore per il grande spettacolo delle Finali di Coppa Italia maschile. Ad aprire le danze saranno Perugia e Modena in un remake dello scorso weekend, a seguire poi toccherà all’Itas Trentino affrontare, ancora una volta la Cucine Lube Civitanova. L’ex di lusso, Jenia Grebennikov, intervistato da Andrea Scoppa, giornalista de “Il Resto del Carlino Marcerata“, predica attenzione perché la Lube di oggi è molto diversa da quella incontrata al Mondiale per Club:

“Vero, servirà più del 100% per imporsi, al Mondiale infatti fummo perfetti. Adesso la Lube però è più forte e dovremo alzare l’asticella”.

Vite da ex, ma l’amicizia rimane tale. Tanto che con alcuni compagni è rimasto in contatto:
“Ad esempio Marchisio e Cester che sono venuti al mio matrimonio a Capodanno”

Chi invece manderà le bordate più difficili da difendere:
“Un po’ tutti… c’è anche Simon che dal centro sale altissimo e picchia forte. Il problema è Bruno che non ti fa leggere gli attacchi“.

Non è la prima volta da ex, ma cosa prova?
“Fa un effetto strano affrontare la Lube, ma la vita dello sportivo è così. Magari ci metti ancora più grinta per fare bella figura”.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE