Andrea Gardini chiama allo Zaksa James Shaw per giocare in banda e non da alzatore

LEAD_Alfapaint_istit

Di Redazione

Importante firma per lo Zaksa Kadzierzyn-Kozle, la formazione allenata da Andrea Gardini che ha deciso di mettere sotto contratto James Shaw, alzatore della nazionale americana – 24 anni – ben noto al pubblico italiano per i suoi successi con l’Università di Stanford e soprattutto per il suo contributo al titolo ottenuto la scorsa stagione a Perugia con la Sir Safety. Shaw a Stanford, forte dei suoi 204 centimetri di altezza, aveva giocato sia come alzatore che come schiacciatore: ed è proprio in questo ruolo che Gardini ha intenzione di impiegarlo spostando nel ruolo di opposto uno dei martelli titolari per sistemare lo statunitense in banda. Per Shaw, che aveva lasciato Perugia in estate con l’intenzione di tornare a Stanford e completare i suoi studi con  un master dopo la laurea in scienze sociali e comunicazione ottenuta due anni fa, si tratta dunque di un ritorno in Europa. Schiacciatore molto promettente era stato trasformato in alzatore dal padre Don, da oltre 25 anni responsabile tecnico del programma volley di Stanford.

Con l’opposto Jungiewicz fuori per tutto il resto della stagione a causa di un brutto infortunio al ginocchio, Shaw ha firmato un contratto fino a giugno ma potrebbe anche restare come alzatore la prossima stagione se il club decidesse di cambiare il suo assetto tattico. Lo statunitense si dice entusiasta: “Per me è una grande occasione e ringrazio il coach Gardini e il club per questa opportunità che mi consentirà di imparare cose nuove e di perfezionare il mio gioco sotto molti aspetti in un club estremamente forte all’interno di campionati davvero competitivi”.

LEAD_Alfapaint_istit