Imola è inarrestabile: vittoria di peso anche sul campo del Lugo

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto: Csi Clai Imola - Annalisa Mazzini

Di Redazione

Altra stoccata fondamentale della Csi Clai Imola: la vittoria da 3 punti sul campo di Lugo è da considerarsi tra le perle di questo campionato imolese. Un 3-1 combattuto, come era nelle previsioni, con le locali davvero indomite che non mollano la presa nemmeno nel 4° set quando Piovaccari deve accomodarsi in panchina. Le prestazioni eccellenti di Rizzo e dell’ex Milesi tengono in vita la Liverani fino al 17-12 dell’ultimo parziale quando Imola ingrana la marcia decisiva per chiudere la contesa.

La Clai mette in mostra un sestetto compatto che Turrini modifica a sprazzi durante i vari set: Cavalli in regia, Collet opposta, Ferracci e Melandri al centro, alla banda Gherardi e Devetag, Dal Monte libero. Le imolesi mostrano i muscoli ed una grande determinazione, superando Lugo su un terreno ostico.

Prova magistrale di Vittoria Gherardi alla banda, coadiuvata da Sofia Devetag e Giulia Collet tra i martelli.

E’ una vittoria che conferma la ambizioni imolesi, a chiusura di una settimana clamorosa che ha visto la vittoria numero 13 e 14 su altrettante gare disputate in campionato e la qualificazione alle Final Four di Coppa Italia di Serie B. Se è un sogno, non svegliateci!

Lugo inizia bene (2-4) ma la spettacolare pipe di Gherardi, l’ace di Devetag ed il muro di Ferracci fanno mettere il naso avanti alla Clai sul 8-5. La partita è scoppiettante fin dalle prime battute: da una parte Piovaccari è devastante in attacco, dall’altra il muro di Cavalli e la pipe di Devetag mantengono Imola in controllo del risultato (11-8). L’errore di Milesi e la successiva disattenzione difensiva obbliga coach Marone a chiamare il timeout (16-12). Al rientro in campo Imola prosegue a macinare punti, ma Grasso e Piovaccari mantengono in vita Lugo (19-15). L’ace di capitan Cavalli è il macigno sul set (23-17) che si chiude senza ulteriori patemi per la Clai, sul 25-20.

Cambio campo che porta fiducia tra le locali che scappano sullo 0-4 con ottime cose in attacco della Piovaccari. Due errori della stessa lughese e l’attacco vincente di Gherardi riporta subito in equilibrio il set sul 3-4. Lugo, però, è in fiducia e salgono in cattedra Rizzo e Milesi (6-8), mentre per Imola sono Collet e Devetag a fare la differenza (11-11). Milesi è l’attaccante più prolifica tra le locali in questo fragente (14-16), mentre sul poderoso diagonale di Piovaccari coach Turrini interrompe il gioco per il minuto di sospensione (15-18). L’attacco fuori di Collet e il successivo ace di Milesi complicano la serata della Clai (16-20) e Turrini ferma nuovamente il gioco. Ferracci infila la sua classica fast (18-22), ma lo sprint finale di set è a favore della Liverani Lugo che chiude 21-25, grazie ad un paio di veloci di Benedetta Rizzo.

Impattato il computo dei set, Lugo non riesce a dare continuità al proprio gioco: Collet firma una doppietta in apertura, quindi la giocata probabilmente più spettacolare della serata, con Cavalli che inventa una magia per la veloce potente di Melandri (5-4). L’ace di Ferracci preoccupa coach Marone che blocca il gioco con il primo timeout (9-6), ma Imola non demorde e scappa sul 12-7 con l’ace di Cavalli. Altro timeout di Lugo. La Clai è in piena fiducia e, complice una buona difesa, riesce ad aumentare il vantaggio (ace anche di Gherardi) fino al 17-8. Lugo è attonita dalla reazione imolese e solo Milesi riesce a mettere a terra due palloni e dal 17-9 al 25-11 il passo è breve. Set decisamente positivo per Ferracci che realizza 7 punti personali nel parziale. Imola conquista il primo punto della serata sul 2-1.

Nel quarto set torna l’equilibrio in campo (3-3, 6-6 con la pipe di Gherardi, 10-10). Il muro solitario di Collet è il primo scossone importante al parziale (12-10) e sul punto imolese successivo, coach Marone chiama timeout. Ma la Clai non si ferma e, anzi, accelera: in un amen si arriva sul 17-10 (ace Gherardi) che sposta l’inerzia decisamente a favore di Imola. Uscita di scena Piovaccari, è Rizzo l’ultima ad arrendersi per le locali (18-13), con le ospiti che commettono qualche errore di troppo (21-17 timeout Turrini). La veloce dietro di una clamorosa Ferracci sigla il punto della tranquillità (22-17), mentre è di Milesi l’ultimo acuto della Liverani (23-18). La gara si chiude sui punti delle giovani Gherardi e Melandri per il 25-18 che vale il punto del 3-1 nel computo dei set. E festa Csi Clai Imola in mezzo al PalaLumagni.

LIVERANI LUGO – CSI CLAI IMOLA 1-3 (20-25, 25-21, 11-25, 18-25)

Lugo: Grasso 4, Migliori ne, Mattioli ne, Gaddoni, E.Cavalli (lib), Lauciello 7, Corrente, Bina ne, Milesi 16, Sangiorgi, Piovaccari 13, Magaraggia (lib), Capriotti 2, Rizzo 13. All: Marone

Imola: Piva ne, Devetag 13, Bombardi, Cavalli 4, Dal Monte (lib), Ferracci 13, Folli, Melandri 7, Caboni ne, Zanotti ne, Collet 9, Gherardi 17, Tesanovic. All: Turrini

Arbitri: Iovinella e De Santi

(Fonte: comunicato stampa)

ISPEDIA_LEADERBOARD